A cura della Redazione
Torre del Greco. Abbattimanti case abusive, novità da Roma Importante novità sull’iter del ddl relativo agli abbattimenti di immobili abusivi, disegno di legge meglio conosciuto con il nome del primo firmatario del provvedimento, il senatore Ciro Falanga. La presidente della commissione giustizia della Camera dei deputati, Donatella Ferranti, ha infatti risposto alla recente missiva promossa dal sindaco di Torre del Greco, Ciro Borriello, e firmata da altri sedici primi cittadini (quelli di Nola, Cercola, Pollena Trocchia, San Giuseppe Vesuviano, Palma Campania, San Giorgio a Cremano, Ottaviano, Terzigno, Massa di Somma, Boscotrecase, Scafati, Trecase, Torre Annunziata, Boscoreale, Ercolano e San Sebastiano al Vesuvio), nella quale si chiedevano informazioni in merito allo stato del ddl già approvato al Senato e da alcuni mesi all’attenzione dell’organismo di Montecitorio. Una lettera recepita dal deputato del Pd Ferranti, che ha voluto subito tranquillizzare i sindaci che avevano chiesto notizie in merito: “È già stata richiesta la trattazione prioritaria del provvedimento in oggetto – afferma la presidente – che sarà quindi inserito nel calendario della commissione Giustizia entro la fine del mese di giugno/prima decade di luglio”. “Se ritenete opportuno sottolineare criticità specifiche della proposta di legge e della materia trattata – prosegue Donatella Ferranti – potete inviare osservazioni scritte, fermo restando che la commissione Giustizia valuterà l’opportunità di sentire in audizione l’Anci”. Evidente la soddisfazione dei sindaci, che hanno appreso immediatamente della novità su una proposta che riguarda migliaia di proprietari di immobili abusivi a rischio abbattimenti, proprietari che dall’approvazione della proposta di legge promossa dal senatore di Forza Italia Ciro Falanga potrebbero trarre benefici: il ddl, infatti, qualora fosse convertito in legge, consentirebbe di prevedere un ordine di priorità in merito alle demolizioni, ponendo in fondo alla “scala” le strutture abusive destinate ad attività produttive e a prima casa: “Siamo soddisfatti – è la risposta inviata alla presidente della commissione Giustizia della Camera dai diciassette sindaci firmatari dell’istanza inviata la scorsa settimana – per la comunicazione circa la prossima calendarizzazione - con trattazione prioritaria - dell´atto. Sarà nostra cura farle pervenire le nostre osservazioni scritte sul testo e, qualora fosse opportuno, chiederemo un’audizione tramite l´Anci regionale della Campania”. “Riteniamo indispensabile – è invece il convincimento del primo cittadino di Torre del Greco, Ciro Borriello – che venga completato al più presto l’iter di questo importante provvedimento. Avevamo creduto subito che tale proposta potesse essere utile per meglio regolamentare una materia che interessa la mia città e più in generale tutta la Campania e in particolare l’area vesuviana. La notizia che ci giunge dalla commissione Giustizia della Camera ci lascia ben sperare sul fatto che la proposta avanzata quale primo firmatario dal senatore Ciro Falanga e già approvata in Senato, possa essere convertita in legge entro la fine dell’estate”. Una notizia accolta con estrema soddisfazione anche dai componenti dei comitati antiruspe sorti nei diversi comuni interessati dagli ordini di abbattimento. In particolare Ciro Borriello ha comunicato gli esiti della risposta dall’onorevole Donatella Ferranti a Luigina Accardo, una delle coordinatrici del comitato spontaneo sorto a Torre del Greco. COMUNICATO