A cura della Redazione
T. del Greco. Rifiuti e Leucopetra, Malinconico respinge le accuse In merito dell’affidamento (provvisorio) alla Leucopetra del servizio di raccolta dei rifiuti a Torre del Greco, il sindaco Gennaro Malinconico precisa che “sono destituite da ogni fondamento le accuse di scarsa trasparenza avanzate dal Presidente della Commissione Regionale all’Ambiente, Angelo Marino, attraverso dichiarazioni rilasciate agli organi di stampa”. “I consiglieri comunali - spiega il sindaco Malinconico - hanno piena contezza degli atti relativi alla procedura di affidamento, la cui documentazione è pubblicata sul nostro sito web. Inoltre, come abbiamo già rappresentato a suo tempo, l’Ordinanza di conferimento dell’incarico alla Leucopetra è stata trasmessa alla Procura della Repubblica di Torre Annunziata, nonché alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, ai Ministri all’Ambiente, alla Salute ed alle Attività Produttive, al Governatore della Regione Campania, all’Autorità d’Ambito, alla Prefettura di Napoli, alla Commissione d’Accesso, ai Carabinieri, alla Polizia ed alla Guardia di Finanza. Quindi, è inaccettabile qualsivoglia illazione che metta in dubbio la nostra trasparenza o la legittimità di un provvedimento adottato in maniera conforme alle normative previste dal Codice degli Appalti, dal Codice dell’Ambiente, dal Protocollo per la Legalità sottoscritto con la Prefettura di Napoli e dalle disposizioni in materia di anti-mafia. E ricordo, ancora una volta, che il carattere d’urgenza con cui è stata emanata l’Ordinanza derivava dalla drammatica situazione che abbiamo dovuto fronteggiare, in piena estate, a seguito di informative atipiche provenienti dalla Prefettura di Napoli e relative alle ditte selezionate dalla precedente Amministrazione”. “Riguardo, poi, all’episodio denunciato dai consiglieri comunali di opposizione - aggiunge il sindaco Malinconico - ho verificato che la loro richiesta non era relativa agli atti dell’affidamento, ma ai report giornalieri sulla raccolta di rifiuti effettuata negli ultimi due mesi. Gli uffici preposti non avevano opposto alcun diniego, ma semplicemente avevano manifestato l’impossibilità di restituire tale documentazione nei tempi ristretti invocati dei consiglieri. I report giornalieri si articolano su circa 150 fogli (tecnicamente denominati F.I.R.), per cui si sarebbe trattato di fotocopiare almeno 9mila pagine in poche ore. Quindi, la richiesta è legittima e sarà evasa, nei tempi dovuti. Ma, contrariamente a quanto affermato dal Presidente della Commissione Regionale all’Ambiente, non ha nulla a che vedere con la procedura di affidamento”. L’Assessore ai Rifiuti, Francesco Balestrieri smentisce inoltre la notizia secondo la quale il dato della raccolta differenziata sia notevolmente peggiorato rispetto allo scorso mese di maggio. “C’è stato una calo nel periodo estivo - riconosce l’Assessore Balestrieri - quando il servizio veniva ancora gestito dalla Ditta Balsamo. Poi, dopo le notevoli difficoltà riscontrate nel passaggio di cantiere, stiamo risalendo la china. Gli sforzi compiuti cominciano a dare risultati apprezzabili, visto che la differenziata è tornata quasi ai livelli di maggio, quando era del 45%, mentre attualmente è del 43%”. CARLO CRISTARELLI