A cura della Redazione
Torre del Greco. Tarsu, ribassi per ristoratori e abitazioni Diminuisce la Tarsu. La giunta di Torre del Greco ha approvato due delibere che riducono l´entità della tassa sui rifiuti. I provvedimenti riguardano in particolar modo la categoria dei ristoratori. In primis, viene ridisegnato il regolamento per l´applicazione della Tarsu. Nella nuova versione, le attività ristorative vengono accorpate in quelle dei bar e delle pasticcerie, che hanno un coefficiente più basso ed equo. In secondo luogo, si stabiliscono riduzioni sia per le utenze domestiche che per ristoranti e pizzerie. La tariffa, in quest´ultimo caso, passa, infatti, da 35,17 a 22,50 euro a mq. «Una diminuzione che farà sicuramente bene alle attività ristorative torresi, che devono uscire quanto prima da questo periodo di crisi», commenta Carlo Ceglia, esponente del Coordinamento civico per la difesa degli Imprenditori - associazione "Per il Rilancio di Torre del Greco". «Ricordo - prosegue Ceglia - che la nostra interlocuzione con l’Amministrazione comunale è iniziata nel 2009, quando, a seguito dell’aumento indisciplinato della tassa della spazzatura (a Torre del Greco, circa l’83%), inviammo la prima lettera al sindaco Ciro Borriello (foto). Da allora c’è stata una fitta rete tra le attività commerciali-imprenditoriali e associative della città, con incontri settimanali, che ci ha portato ad interloquire con le istituzioni comunali in modo serio e costruttivo, illustrando la problematica e analizzando insieme le soluzioni, ottenendo oggi, dopo circa tre anni, i risultati sperati. Ma il nostro impegno non finisce qui. Ad oggi - continua Ceglia -, ridimensionato il costo a mq, il problema resta per le cartelle emesse da Equitalia per recuperare la tassa riferita agli anni 2008, 2009 e 2010. Cartelle esattoriali che, nella maggior parte dei casi, sono insostenibili. Il ricorso da parte dei ristoratori a una dilazione sembra ora scontata, almeno per ammortizzarle nel tempo, ma si dovrà analizzare caso per caso. Per questo motivo abbiamo intenzione di lanciare, come associazione “Per il rilancio di Torre del Greco”, uno Sportello rivolto alle attività commerciali in difficoltà». Secondo il sindaco Ciro Borriello, «l´obiettivo di riduzione della Tarsu è stato pienamente centrato». Il primo cittadino, infatti, sottolinea come la tassa sia ritornata ai livelli del 2008. «Per le unità abitative la tariffa 2012 sarà di 2,62 euro a mq, identica a quella del 2008 - spiega Borriello -. È stato, quindi, assorbito completamente l’aumento del 83% praticato nell´anno 2009. Le riduzioni rispetto all’anno precedente - precisa ancora il primo cittadino - per le attività commerciali, seguendo il trend del biennio precedente, sono di circa 22% con un picco del 41% per le attività di ristorazione. Da rilevare per queste ultime una riduzione di circa il 30% rispetto alla tariffa dell’anno 2009». «L’obiettivo raggiunto - afferma il sindaco - è scaturito anche grazie alle efficaci strategie messe in essere da questa amministrazione e nello specifico dal Settore fiscalità locale dell’Ente, nonché dall’installazione delle isole ecologiche, sostanzialmente su tutto il territorio, ai controlli sulla differenziata, dal recupero delle evasioni ed elusioni alla sensibilizzazione effettuata a più livelli nelle scuole in particolare, fino ai frequenti controlli svolti dalla task force composta dalla Polizia locale e dalle Guardie ambientali. Di sicuro - prosegue Borriello - abbiamo dato una svolta agli importi precedentemente dovuti dalle attività commerciali di ristorazione. Ricordo che Torre del Greco la ristorazione è meta preferita da tanti buongustai, anche dai non torresi e siamo ben consapevoli che, in questo difficile momento di forte crisi, l’attività gastronomica assume un ruolo importante nell’economia cittadina e non solo. In questa ottica le imprese ristorative sono state assimilate alla categoria bar e pasticceria, con un coefficiente ridotto. Consapevole che ci sono ancora gesti e azioni di incivili - conclude il sindaco - che purtroppo, non rispettando le disposizioni in materia, offuscano il lavoro dei più. Pertanto, intensificheremo ulteriormente le verifiche e assicuro che in proposito non mancheranno per i trasgressori multe salatissime. Infine, ritengo doveroso ringraziare tutti i cittadini che stanno dimostrando un vero senso civico a favore dell’ambiente, della salute pubblica e del decoro della città».