A cura della Redazione
Torre del Greco. Deiulemar, l´appello dell´amministratore unico Maviglia L´amministratore unico della Deiulemar Compagnia di Navigazione SpA, Roberto Maviglia, invita i soci fondatori a formalizzare l´impegno di "mettere a disposizione le proprie risorse personali per consentire soluzioni finalizzate a dare ristoro ai creditori della Società". In una nota stampa, Maviglia, che ricopre l´incarico dallo scorso 3 febbraio, chiama ad un atto di responsabilità i soci storici Michele Iuliano, Giuseppe Lembo, Lucia Boccia e Maria Luigia Lembo, e tutti gli altri soggetti che partecipano al capitale sociale, al fine di attivarsi ufficialmente affinché vengano rese disponibili ai creditori le risorse personali dei vertici societari. Un´iniziativa che potrebbe fornire una parziale soluzione alla crisi che sta colpendo la compagnia di navigazione, alle prese con seri problemi di "copertura" dei prestiti obbligazionari emessi. Maviglia pone come termine essenziale per la sottoscrizione dell´impegno il prossimo 24 febbraio. "La predetta richiesta - prosegue Maviglia -, rispetto alla quale l’amministratore unico si riserva di individuare altri soggetti da chiamare ad assumere analoghi impegni formali, rappresenta per la società un passaggio doveroso, ineludibile e non rinviabile sia per rispetto dei creditori coinvolti, sia al fine di valutare l’eventuale necessità di porre in essere azioni alternative volte ad incrementare la base patrimoniale a disposizione della Società per l’attuazione della migliore soluzione possibile, come potrà essere puntualmente definita una volta completata la procedura di ricognizione dei certificati di tipo obbligazionario in circolazione ed alla luce dell’ammontare complessivo del debito che sarà riconosciuto, e conseguentemente assumere ogni altra determinazione richiesta dal caso".