A cura della Redazione
Torre del Greco. La giunta approva il PUC, la città cambia volto La giunta guidata dal sindaco Ciro Borriello ha approvato il Piano Urbanistico Comunale ed il Regolamento Urbanistico ed Edilizio. Torre del Greco, dunque, nei prossimi anni cambierà volto e si appresta a vivere una fase di sviluppo territoriale importante. Il porto viene posto al centro del riassetto urbanistico. Ma si guarda anche alla rivalutazione del patrimonio archeologico, storico ed ambientale. L´atto, adesso, dovrà essere approvato dal Consiglio comunale. "Il PUC definirà, tra l’altro, le condizioni per un nuovo sviluppo della città, inserita nel suggestivo scenario della fascia costiera vesuviana - ha dichiarato il sindaco Borriello -. La strategia sociale, economica, strutturale e culturale, con questi propositi, è finalizzata all’acquisizione di una rinnovata qualità della vita unitamente alla valorizzazione del patrimonio urbanistico esistente. Il porto, per esempio, è indicato come ponte ideale di aggregazione, rinascita sociale ed economica, grazie ad interventi di radicale e moderna rifunzionalizzazione e messa in sicurezza del tessuto urbano. “Altro aspetto da considerare - sottolinea ancora il primo cittadino - è la disponibilità di coofinanziamenti della comunità europea di concerto con la Regione Campania, che una volta definitivamente approvato il piano permetterà l’inizio delle grandi opere. Un programma articolato, di un’ampia gamma di opzioni, di opportunità che attraverso accordi con Enti di Tutela contestualmente con la partecipazione di risorse ed idee di privati sarà la chiave di volta per una nuova Torre del Greco. Insomma, abbiamo concretamente avviato il percorso di un processo che instaura un vivo e nuovo rapporto con il cittadino, un processo attivo e partecipato per conseguire il superamento delle ataviche condizioni di stasi. Sono certo che avrà il consenso di tutti - conclude il sindaco - proprio per il notevole impegno profuso nel definire una straordinaria leva economica e sociale di prioritaria importanza per la pubblica collettività amministrata".