A cura della Redazione
Torre del Greco. Nuovi parcheggi interrati, piano del Comune Tanti nuovi parcheggi per le auto a Torre del Greco. Ad annunciarlo è il sindaco Ciro Borriello (foto). “Con soddisfazione sottolineo che questa amministrazione ha approvato un importante e strategico atto - sottolinea il primo cittadino - che costituisce l’indispensabile supporto alla riqualificazione degli spazi pubblici di relazione, riguardante i parcheggi interrati sul nostro territorio. È un progetto straordinario con la partecipazione di operatori privati e che ci consentirà di ospitare 5mila posti auto. La città troverà un giusto rapporto tra pedonalità e percorsi carrabili”. Gli spazi urbani di proprietà comunale come via De Gasperi, via Annunziata, via parcheggio Bottazzi, via Circonvallazione, via Cimaglia, e l´area nei pressi dello stadio "Liguori", saranno utilizzate per creare ben cinque mila posti auto interrati. “Un provvedimento volto a dare - prosegue Borriello - maggiore vivibilità e sicurezza. A seguito di una attenta ricognizione, infatti, con il positivo ausilio dei nostri tecnici abbiamo concretamente valutato ogni relativa procedura nell’affidare aree pubbliche in convenzione novantennale del sottosuolo di proprietà dell’ente per realizzare parcheggi interrati pertinenziali”. “Lo strumento previsto dell’atto – spiega il primo cittadino - individua che le citate aree saranno oggetto di valutazione dei soggetti interessati per la realizzazione di parcheggi a varia tipologia, anche a due piani interrati. Gli interessati potranno predisporre idonee proposte da sottoporre all’amministrazione comunale e dovranno contenere la fattibilità progettuale sia sotto il profilo economico che strutturale. In particolare, le proposte assumono a riferimento il sottosuolo con la permanenza della destinazione urbanistica del soprasuolo, nonché la valorizzazione dell’aerea soprastante”. “Ovviamente - conclude Ciro Borriello - le modalità operative scelte dall’ente determinano le condizioni obbligatorie da rispettare e non influire minimamente sui valori tutelati dalle norme del piano paesistico vigente sul tutto il territorio torrese. Sono fiducioso di ricevere molteplici domande e proposte in merito. Del resto, confido e credo molto nelle sinergie pubblico e privato finalizzate alla rigenerazione urbana”.