A cura della Redazione
Torre del Greco. Crollo palazzi, il sindaco si rivolge alle Istituzioni “Per Torre del Greco, in merito ai diversi crolli di stabili fatiscenti, ho ritenuto necessario e doveroso chiedere con determinazione ai vertici competenti centrali e territoriali l’attenzione sia economica che strutturale per fronteggiare le complesse esigenze dei tantissimi concittadini che a tutt’oggi, purtroppo, versano in condizioni di notevole disagio”. Così Ciro Borriello, sindaco di Torre del Greco. “Ricordo che a seguito dei diversi fabbricati crollati - prosegue - a causa della pesante vetustà e dei gravi dissesti statici, nonché ai relativi sgomberi forzati di alcuni palazzi con forti lesioni a rischio crollo, come da verifiche e disposizioni dei Vigili del Fuoco e dei Tecnici del Comune, ci sono attualmente ben 75 persone, di cui diversi minori ed anziani sono alloggiate presso una struttura alberghiera a spese del Comune”. “In proposito, per far fronte agli ingenti costi – spiega il Primo cittadino - che incidono pesantemente sul bilancio dell’Ente, ho chiesto l’intervento di Maurizio Sacconi, Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, di Stefano Caldoro, Presidente della Regione Campania, di Luigi Cesaro, Presidente della Provincia di Napoli, degli assessori regionali Ermanno Russo, alle Attività sociali, di Marcello Tagliatatela, all’Urbanistica e Governo del territorio, di Edoardo Cosenza, Protezione Civile, affinché sia concessa la dovuta attenzione sulla difficile problematica”. “Anzi, ho anche chiesto – aggiunge - un necessario ed articolato monitoraggio, soprattutto dal Dipartimento della Protezione Civile nazionale e regionale affinché si possa attuare una necessaria prevenzione tecnico-amministrativa per evitare tragiche conseguenze”. “Ricordo che solo per un caso fortuito, oserei dire per miracolo – sottolinea il Primo cittadino - non ci sono state vittime. I recenti crolli degli interi stabili di Via Piscopia, dei due palazzi di Via Libertà Italiana, di Vico D’Orlando e dei due stabili di corso Garibaldi hanno procurato notevolissime tensioni sotto diversi punti di vista tra gli interessati e non solo”. “Ribadisco e preciso – conclude Ciro Borriello - che questa Amministrazione, nonostante le molteplici e diverse difficoltà, sta operando con forte impegno e cura, cercando di soddisfare le necessità della collettività amministrata. Resta comunque una condizione oggettivamente complessa e difficile da gestire unicamente da questa istituzione comunale, soprattutto per motivi economici. Pertanto, auspico vivamente che gli organi sovracomunali interpellati possano mostrare in concreto una adeguata ed efficace risposta”. COMUNICATO