A cura della Redazione
Torre del Greco. Inaugurazione dei campi da tennis La Salle “Dopo anni finalmente una bella ed efficacissima riqualificazione strutturale dei campi di tennis La Salle. Ottima la scelta di questa amministrazione di dare in gestione un’area attrezzata per lo sport che testimonia una perfetta sinergia di intenti tra pubblico e privato al servizio della collettività. Esprimo sensi di sincera gratitudine a Jacopo Paolillo, presidente dell’associazione La Salle per l’ottimo lavoro profuso. L’inaugurazione è per domenica prossima alle ore 20”. Così Ciro Borriello, sindaco di Torre del Greco. “Il funzionale centro, nel cuore di una grande area verde totalmente rigenerata, si avvale di zone attrezzate – spiega il primo cittadino – con finalità non solo sportive, ma anche di intrattenimento. Infatti, oltre ad una programmazione dei tornei tennistici, l’associazione è disponibile a promuovere attraverso i soci una vivace vita culturale. È aperta, tra l’atro, una valida scuola di addestramento per avvicinare ed educare i bambini al tennis. Sono attivi due campi in terra rossa, uno in erba sintetica, con l’aggiunta di campi minitennis su fondo in mateco, che permettono un gioco diversificato e piacevole per gli amanti di questa disciplina”. “Inoltre, c’è un campo in erba sintetica dedicato al calcio. Uno spazio ben organizzato per chiunque volesse farne uso. Una zona streetball si sviluppa poi nella parte superiore del complesso, volta a creare una mentalità più aperta e proiettata verso il futuro per praticare altri sport, come il basket, il volley e lo skate. L’intero Centro Sportivo si fonda su un club and coffee aperto a tutti i frequentatori del complesso, in cui prevale un accogliente servizio bar. Ovviamente, l’obiettivo principale è di creare uno staff giovane e preparato che riesca a formare e plasmare le potenzialità dei giovani tennisti torresi”. “Altro aspetto significativo – conclude Ciro Borriello - è di promuovere a Torre del Greco, come nelle finalità dell’associazione, una diversa valenza della pratica sportiva, cioè non solo come sforzo competitivo, ma anche come piacere e buon uso del tempo libero in spazi aperti e organizzati. Infine, mi piace sottolineare che non mancano adeguati servizi per i diversamente abili. Una opportunità che ci soddisfa pienamente”.