A cura di Mario Cardone

In occasione dell’apertura straordinaria di Pompei Antica il 20 e 21 maggio (Festa dei Musei), è prevista la visita della Casa della Fontana Grande, domus sulla via di Mercurio che prende il nome dall’arredo esterno di una monumentale fontana. Nelle due giornate sarà possibile anche ammirare da vicino i dettagli della fontana di recente restaurata nell’attesa dell’apertura definitiva della domus quando chiuderà il cantiere dei lavori pubblici di restauro. La grande fontana a ninfeo collocata sulla parete di fondo del piccolo giardino, al di là dell'atrio, è sormontata da un piccolo frontone ed è rivestita da un mosaico di paste vitree policrome, tessere di calcare, gusci di molluschi bivalve (dette murex), sferette dal vivido blu egiziano, concrezioni calcaree con tracce di cromia rossa.

La decorazione si completa con i due grandi mascheroni in marmo bianco di Luni, con evidenti le tracce di coloritura rossa; e ancora tre maschere tragiche sporgenti dagli stipiti della nicchia ed una statuetta bronzea (copia) di un amorino con delfino posto su un basamento circolare all'interno della vasca. Importante è anche la facciata esterna della casa, realizzata a bugnato in opera quadrata di tufo. In occasione della Notte Europea dei Musei di sabato 20 maggio, il sito resta aperto dalle ore 20,30 alle ore 23,30 (ultimo ingresso ore 23) con tre itinerari (costo del biglietto 1 euro). Il primo si snoda dall’ingresso di Porta Marina lungo il tratto esterno alle mura e attraverso il Viale delle Ginestre fino all’area Teatri. Durante il percorso saranno proiettati una serie di filmati dedicati ai momenti di vita della Pompei antica: il primo ispirato al rapporto tra Pompei e il mare; il secondo è dedicato ai combattimenti dei gladiatorii; il terzo alla commedia antica al Teatro grande e la danza e il mimo al Teatro piccolo. L’Itinerario che parte da Piazza Anfiteatro prevede l’accesso all’Anfiteatro che ospita nelle gallerie sotterranee la mostra “Pompeii underground” sul video che i Pink Floyd girarono nel 1971 negli scavi, e prosegue nella Palestra Grande con possibilità di visita alla mostra “Pompei e i Greci” e all'esposizione degli affreschi di Moregine e dei reperti organici carbonizzati provenienti dall’area archeologica vesuviana.

L' Antiquarium di Boscoreale, in occasione della Notte Europea dei Musei, prevede lo stesso orario serale (costo biglietto 1 euro) con esposizione dei seguenti reperti: la piroga dal sito protostorico di Longola, Poggiomarino; i tronchi di cipressi di epoca romana recuperati in località Messigno, alla periferia di Pompei; un mosaico proveniente dal territorio di Boscoreale; la ricostruzione di un letto con elementi originali in bronzo dalla Casa del Menandro di Pompei; una serie di modelli di edifici pompeiani ed infine il calco di donna proveniente dalla Villa B di Oplontis.

twitter: @MarioCardone2

Per essere sempre aggiornato clicca "Mi Piace" sulla nostra pagina Facebook