A cura di Mario Cardone

Prosegue dopo le elezioni amministrative a Pompei, con la candidatura di Virginia la Mura al consiglio regionale, l’iniziativa che punta a formare una nuova classe politica di forze fresche e giovanili lontana dalle vecchie ideologie ma soprattutto dagli antichi vizi del potere. A Pompei si tratta soprattutto di elevare la cultura della partecipazione civile dei cittadini al bene comune. Solo così si potranno migliorare l’ambiente ed il paesaggio ed innescare un processo virtuoso che dalle risorse naturali, come la terra e l’acqua, possa essere mettere in moto i fattori di sviluppo. Nell’ambito di questa iniziativa, il  22 maggio scorso, presso la storica Fonte Salutare a Pompei, ha avuto luogo l'incontro pubblico "Campania, Terra a 5 Stelle"  con la  lista del Movimento 5 Stelle per le prossime regionali, che presenta tra i candidati la pompeiana Virginia La Mura, dottore di ricerca in ambiente marino e risorse ed esperta di sviluppo sostenibile.

La Mura ha avuto un ruolo propositivo nelle manifestazioni contro la seconda foce del fiume Sarno che puntano, al posto delle colate di cemento, a riportarlo al suo stato naturale libero dall’inquinamento. Gli argomenti del convegno hanno riguardato il programma elettorale di M5S per la Campania. Innanzitutto, reddito di cittadinanza regionale insieme a tanti altri provvedimenti improrogabili come l’acqua pubblica, lo stop agli sprechi, l’eliminazione del ticket sanitario, il dimezzamento delle file, i trasporti, la riduzione delle RC auto, il registro degli appalti pubblici e tanti altre iniziative che i grillini promettono agli elettori ben sapendo di essere credibili. Oltre alla candidata alla Regione Virginia La Mura sono intervenuti  Isabella  Adinolfi,  portavoce al Parlamento Europeo e membro della commissione cultura, Michela Montevecchi, portavoce al Senato e membro della commissione cultura e istruzione, Luigi Gallo, portavoce alla Camera e membro della commissione cultura e istruzione, Paola Nugnes, portavoce al Senato e membro della commissione territorio e ambiente, e della commissione di inchiesta illeciti ambientali e rifiuti, Sergio Puglia, portavoce al Senato e membro della commissione lavoro e previdenza sociale.