A cura della Redazione
Portici - Presentazione dei libri di Antonella Cilento a Villa Savonarola

Nell'ambito della rassegna letteraria "Ti presento un libro" organizzata dall'Amministrazione comunale di Portici, Assessorato alla Cultura, a Villa Savonarola di corso Garibaldi n. 200, giovedì 4 giugno alle 18 si terrà la presentazione dei libri della scrittrice napoletana Antonella Cilento “Lisario o il piacere delle donne” (ed. Mondadori), finalista al Premio Strega 2014, e "Bestiario Napoletano" (ed. Laterza, recentemente uscito in libreria.

Al dibattito, introdotto dall'assessore alla Cultura Raffaele Cuorvo, saranno presenti l’autrice e Luca Manzo.

L'autrice. Antonella Cilento vive e lavora a Napoli.  Alla scrittura narrativa e teatrale affianca la produzione saggistica e manualistica, in cui si riflettono gli interessi coltivati nel campo della parola e della scrittura creativa, attraverso attività che svolge dal 1993, a Napoli e nel resto d'Italia, con l'iniziativa La linea scritta, di cui è iniziatrice e direttrice, con cui realizza corsi, stage e laboratori rivolti a giovani studenti e scuole. È tra i principali utenti della mailing list Sudcreativo sul portale Yahoo.

I libri. “Lisario, o il piacere delle donne” è il trionfo di una femminilità orgogliosa e inesauribile contrapposto alla ricerca da parte dell’uomo della fonte del piacere femminile stesso. In un’atmosfera crepuscolare che avvolge un Napoli piena di luce si dipana un romanzo di avventure che si completa con “Bestiario napoletano”, dove continua con tutto ciò che la Cilento non ha scritto per non spezzare il ritmo narrativo. Ed ecco Napoli, porosa e indefinibile, degradata ma fonte di creatività. Una città sorgente di gioia che si prova magari soltanto perché splende il sole. Un paradiso abitato da diavoli o un inferno abitato da angeli?

La presentazione dei libri di Antonella Cilento “Lisario o il piacere delle donne” e "Bestiario Napoletano"sarà seguita dalla degustazione di olio extravergine Lolì e vino "Sommaellier" di uva catalanesca dell'Azienda Agricola Fratelli Punzo di San Sebastiano al Vesuvio (Napoli)