A cura della Redazione
Pompei. Scavi aperti per il ponte di Pasqua, aumenta sorveglianza Scavi di Pompei e siti archeologici vesuviani blindati nel prossimo ponte pasquale (Pasqua e Lunedì dell’Angelo). Il Ministero dei Beni Culturali ha deciso che le aree archeologiche vesuviane ed i luoghi della cultura statali resteranno aperti. Il 5 aprile, domenica di Pasqua, l’ingresso sarà gratuito in concomitanza con l’iniziativa ministeriale “Domenica al Museo” che prevede la gratuità di tutti i musei e le aree archeologiche nella prima domenica del mese. Lunedì 6 aprile, l’apertura straordinaria dei musei rispetterà il normale piano tariffario. La Soprintendenza archeologica di Pompei e degli altri siti vesuviani ha convocato le Organizzazioni Sindacali per analizzare le criticità delle aree archeologiche in previsione dello straordinario afflusso di visitatori nel ponte di Pasqua, aumentato dal fatto che per il solo giorno di domenica l’ingresso è gratuito. In particolare, c´è l´esigenza di rafforzare la sorveglianza, specie a Pompei ed Ercolano, dove gli afflussi si prevedono più numerosi. Dopo aver analizzato i punti sensibili dei parchi archeologici è stato concordato di aumentare il numero degli addetti alla vigilanza in rapporto al numero di visitatori previsti nelle aree archeologiche in occasione della giornata di Pasqua e del Lunedì in Albis. Giorni in cui, se le condizioni meteo saranno favorevoli, è previsto un nuovo record di visite turistiche. L’Amministrazione degli Scavi di Pompei ha condiviso con i sindacati l’eccezionalità della situazione che si viene a creare in un quadro generale internazionale che richiede una maggiora sicurezza dei visitatori e dei musei culturali, per cui è stato necessario mettere in piedi un piano di sicurezza che preveda un’organizzazione del lavoro per la vigilanza che faccia tesoro dell’ultimo accordo sottoscritto sempre per la stessa materia e in gran parte condiviso. MARIO CARDONE Twitter: @mariocardone2