A cura della Redazione
Pompei. La visita del Papa, oltre 20 mila fedeli ad accoglierlo al Santuario Il popolo di Pompei ed una folla di pellegrini hanno finalmente abbracciato Papa Francesco. Alle 7.48 di questo primo giorno di primavera, il Santo Padre è atterrato nella città mariana, dove è rimasto per circa un’ora, prima di proseguire per Scampia a Napoli. In Area Meeting, dove è stato allestito l’eliporto, è stato accolto dall’Arcivescovo Prelato e delegato Pontificio Tommaso Caputo, e dal sindaco Ferdinando Uliano. Papa Francesco ha attraversato il viale del parcheggio del Santuario, salutando il cordone di fedeli pervenuti fin dalle primissime ore del mattino. Musica d’accoglienza dal Complesso Bandistico “Bartolo Longo - Città di Pompei” formato da giovani dell´omonimo Istituto. Ad accoglierlo anche gli ospiti di tutte le opere di carità e gli alunni delle scuole del Santuario. Bagno di folla anche in Piazza Bartolo Longo, dove sono confluiti oltre 20 mila fedeli. Il Papa è entrato nel Santuario dove ha recitato la Piccola Supplica alla Regina del Santo Rosario. Si è poi soffermato presso la Cappella del Beato Bartolo Longo, dove sono custodite le reliquie del fondatore di Pompei, per poi "sbirciare" nella Cappella Confessioni, indicatagli da monsignor Caputo, al quale ha raccomandato di ricordare ai sacerdoti di esercitare la Misericordia e di farlo con cuore paterno. E’ seguito il saluto agli ammalati e ai poveri della Mensa gestita dal Sovrano Ordine di Malta. Uscito dal Santuario, Papa Francesco ha salutato i fedeli: "Grazie tante! Grazie tante per questa calorosa accoglienza. Abbiamo pregato la Madonna perché ci benedica tutti: voi, me, e tutto il mondo. Abbiamo bisogno della Madonna, perché ci custodisca - ha detto rivolto alla gente -. E pregate per me, non dimenticatevi. Adesso vi invito a recitare tutti insieme un’Ave Maria alla Madonna e poi vi darò la benedizione". Ha concluso, quindi si è congedato con un “arrivederci e a presto”. Per Pompei, e in particolare per il Santuario, è stato un incontro intenso e molto sentito. La venuta del Vicario di Cristo ha confermato il carisma pompeiano della carità. Il dono della sua presenza accresce l’entusiasmo di quanti operano in suo nome al servizio degli ultimi nelle opere sociali volute da Bartolo Longo. In ricordo della sua visita, Papa Francesco ha donato alla Madonna una corona del Rosario, di oro e madreperla. MARIO CARDONE Twitter: @mariocardone2