A cura della Redazione
Controlli in via Prota su venditori ambulanti di generi alimentari Carciofi e patate provenienti della zona di Afragola-Acerra privi di ogni indicazione di tracciabilità sequestrati ad un ambulante abusivo nella zona di via Prota. Ma anche diversi quintali di pane di dubbia provenienza sottratti al possibile consumo umano. Sono i risultati dell’odierna operazione portata a termine congiuntamente dai carabinieri e dagli agenti di polizia municipale a Torre del Greco. Complessivamente sono stati sei i commercianti ambulanti abusivi denunciati all’autorità giudiziaria e altrettanti i sequestri di prodotti alimentari portati a termine: militari dell’Arma e vigili urbani sono stati impegnati – come sottolinea l’assessore con delega alla polizia municipale, Salvatore Quirino – dalle 6 e fino a ora di pranzo. Interessato l’intero territorio cittadino: in particolare gli ambulanti abusivi e i prodotti sequestrati sono stati individuati a viale del Commercio, via Cesare Battisti, via Nazionale e via Prota: “L’operazione portata a termine oggi da carabinieri e polizia municipale – sottolinea Quirino – dimostra ancora una volta l’attenzione alla salvaguardia del territorio e, nel caso specifico, alla lotta all’abusivismo commerciale. Spesso infatti si ritiene che le zone periferiche siano ‘terra di nessuno’, invece l’attenzione delle forze dell’ordine è equamente suddivisa lungo tutta la città”. “Per questo – prosegue l’assessore con delega alla polizia municipale – mi sento di ringraziare il comandante Salvatore Visone, il tenente Gerardo Visciano, il maggiore dell’Arma Michele De Rosa e il maresciallo Francesco Di Maio della compagnia centro dei carabinieri e ovviamente tutti gli uomini impegnati, per l’importante e significativo apporto alla lotta alle irregolarità che avvengono sul territorio di Torre del Greco. In alcuni casi, come per quello verificatosi in via Prota dove sono stati sequestrati prodotti alimentari privi di ogni forma di tracciabilità, le indagini proseguono perché si è potuto appurare, attraverso l’ascolto di alcuni testimoni, che gli alimenti sono stati scaricati da un tir sul quale presumibilmente viaggiava anche lo stesso venditore ambulante”.