A cura della Redazione
Pompei. La rotazione del personale al Comune Novità al Comune di Pompei. Le ha annunciate il sindaco Ferdinando Uliano nelle numerose occasioni di incontro con la stampa locale. In poco tempo cambierà lo scenario complessivo (relativamente alle risorse umane) negli uffici comunali di Piazza Bartolo Longo e Piazza Schettini, a causa delle rotazioni del personale previste dalla normativa nazionale di contrasto alla dilagante corruzione negli uffici pubblici. Sono stati, inoltre, banditi i concorsi interni per le posizioni organizzative che nei sei Settori in cui è ripartita l’attività amministrativa della burocrazia comunale pompeiana. Dette posizioni sono riferite ai funzionari che saranno prescelti con criteri oggettivi per fungere da sostituti dei dirigenti. Negli altri casi non è che cambieranno le facce degli impiegati del Comune di Pompei, semplicemente potrà succedere al cittadino d’incontrare, per esempio, dall’altra parte dello sportello all’ufficio protocollo l’impiegato che fino al giorno prima era impegnato nell’ufficio anagrafe. Tutti intendono il valore strategico della rotazione del personale (a partire dai dirigenti). Iniziativa che serve sul piano della contrasto alla corruzione e ad impedire che il funzionario comunale si avvalga per scopi privati dei poteri che gli sono attribuiti dalla sua specifica mansione professionale. In questo caso la normativa ha fissato delle eccezioni (relativamente alle rotazioni) che, per quanto riguarda i dirigenti, si riferiscono al comparto tecnico ed a quello finanziario, mentre è previsto, ad esempio, che la figura di dirigente della polizia municipale sia sostituibile liberamente da personale dello stesso grado (è sufficiente la laurea in Giurisprudenza). Sempre a titolo esempleficativo, il prossimo comandante dei vigili urbani potrebbe diventare l’avvocato Venanzio Vitiello, mentre il collega Gaetano Petrocelli passerebbe al suo posto a dirigere l’ufficio legale. Inutile dire che l’applicazione della normativa, relativa alla mobilità di mansione del personale interno, consente alla direzione del personale del Comune di Pompei di implementare l’efficienza complessiva dell’apparato burocratico. Resta ora responsabilità della politica (nello specifico sindaco Uliano e compagni) ma ancora di più del segretario generale Carmela Cucca, responsabile dell’operazione di prevenzione sulla corruzione, impedire che prevalgono favoritismi rispetto al merito ed alle competenze professionali, al solo scopo di favorire le carriere degli “amici degli amici” a fini clientelari, invece di puntare alla produttività complessiva dell’azienda municipale. MARIO CARDONE twitter: @mariocardone2