A cura della Redazione
Pompei. Bando d´appalto sulla Casa di Riposo "Borrelli" «Non sono stato messo al corrente delle determina. Ho letto anche io dai giornali, come i cittadini di Pompei, la notizia della determina dirigenziale che bandisce una nuova gara d’appalto sulla gestione privata della casa di Riposo Carmine Borrelli». A parlare è Venanzio Vitiello, dirigente del settimo settore del Comune di Pompei, che ha assunto la direzione della gestione della Casa di Riposo senza compenso aggiuntivo ma esclusivamente per spirito di solidarietà e volontariato. Il suo incarico decorre dal 30 dicembre 2014 mentre la determina a firma del suo collega Piscino è di sette giorni dopo. Ognuno è a questo punto in grado di farsi una sua opinione riguardo all’estrema vicinanza delle due date (quella dell’incarico e quella della determina) e sulla circostanza che il professionista del Comune, che è stato incaricato di sbrogliare la matassa di una realtà aziendale satura di debiti, al massimo del conflitto interno e con gli ospiti anziani ai limiti di una crisi di nervi, non sia stato messo tempestivamente a conoscenza di un dato fondamentale. Vale a dire della determinazione di affidarla a privati (con un secondo tentativo, dopo che è stato evidentemente deciso dall’amministrazione comunale che il primo mandato non avesse più valenza), se non altro per dare un impulso conseguente alla sua gestione suscettibile di tre diversi profili. Il primo, di risanamento (come auspica il personale interno) con il ritorno in bonis, l’incasso delle rette e dei fitti arretrati ed il pagamento graduale dei debiti contratti. La seconda via gestionale poteva essere di natura provvisoria nelle more dell’affidamento a terzi della società Aspide. La terza, di una società di capitale misto pubblico-privato con la gestione in mano a privati e la proprietà a maggioranza comunale. E’ previsto un incontro tra l’avvocato Vitiello e l’amministrazione di Uliano. In quella sede si deciderà in primis sul suo futuro impegno nella direzione dell’ospizio comunale (potrebbe anche dimettersi) e sulle linee programmatiche di un´eventuale gestione provvisoria. Nel frattempo, in questo mese, Vitiello aveva operato in un parziale risanamento interno, recuperando morosità ed arretrati economici il cui ricavato è stato distribuito ai dipendenti. Sono stat , inoltre, allontanati ospiti abusivi ed eliminate situazioni di illegalità. MARIO CARDONE twitter: @mariocardone2