A cura della Redazione
Pompei. Virginia La Mura candidata M5S alle "Regionalie" Il sistema di scelta dei candidati M5S per la formazione della lista elettorale per le Regionali in Campania, con il click di preferenza sulla pagina web del Movimento, mette Virginia La Mura, un’esperta della qualità del mare e della costa turistica campana, in lizza per rappresentare il dinamico gruppo grillino alla prossima tornata elettorale (in cui i candidati pompeiani dei vari partiti dovrebbero essere almeno cinque). Virginia La Mura, oceanografa e dottore di ricerca in ambiente e risorse marine, è una consulente di comprovata professionalità nel campo dello sviluppo sostenibile e della comunicazione ambientale. “Il mare che bagna ben 500 chilometri di costa campana è balneabile solo per il 50 per cento – argomenta La Mura -. Con i suoi parchi marini, le sue Isole (perle del mediterraneo) e la sua storia può rappresentare un´importante leva di sviluppo». Il fattore acqua (non solo il mare ma anche i fiumi ed i laghi) è il punto di forza intorno a cui ruota la proposta politica dell’aspirante candidato regionale Virginia la Mura in vista del prossimo 30 giugno. «La Campania, in ambito marino, è riconosciuta a livello internazionale, sia nel settore scientifico che economico - sostiene la più votata tra i candidati M5S alle elezioni amministrative 2014 di Pompei –. Questi settori devono essere rivalorizzati e messi a sistema per rilanciare l’economia campana. Fino ad oggi - conclude - non è stata adottata una politica vincente perché è stato preferita la presentazione di “Grandi Progetti” (come quello della doppia foce del Sarno) che servono esclusivamente a far girare soldi». Virginia la Mura si auto candida in quanto convinta di avere conoscenze e determinazione per contribuire, insieme ad altri, a modificare il sistema mare-costa della Campania, in primis tutelandolo ma anche facendolo produrre. In qualità di attivista M5S, La Mura fa parte del "Tavolo Tecnico Sarno" e di quello sul Grande Progetto Pompei (di riqualificazione del sito archeologico e del territorio che lo circonda). La sua candidatura (insieme ad altri) al consiglio comunale nelle elezioni 2014, con Fabio Liguori, candidato sindaco a Pompei, le ha fatto maturare alcune proposte amministrative nel programma elettorale “Pompei verso il 2020” che, anche se non ha portato all’accaparramento di poltrone, ha conquistato (anche per lo stile della campagna elettorale) l’ammirazione (oltre che della popolazione di Pompei) degli stessi avversari politici, tanto è vero che a Liguori (candidato a sindaco M5S) è stato offerto dall’antagonista Uliano (che ha vinto le elezioni, l’Assessorato alla Legalità (regolarmente rifiutato). MARIO CARDONE twitter: @mariocardone2