A cura della Redazione
Pompei. Casa di Riposo "Borrelli", la nota del Comune Pubblichiamo la nota relativa alla Casa di Riposo "Borrelli" di Pompei inviata dall´Ufficio Stampa del Comune mariano “Casa Borrelli è da sempre in cima alle nostre priorità. Stiamo lavorando e lo stiamo facendo seriamente, senza proclami, affrontando i problemi uno ad uno nella loro complessità”. A parlare al termine di una visita effettuata, in mattinata, presso la casa di riposo Borrelli è il sindaco di Pompei , Nando Uliano. Da giorni, la struttura per anziani fa da scenario alla protesta dei 14 dipendenti che lamentano il mancato pagamento degli stipendi e che stamattina hanno avuto modo di formulare le proprie richieste direttamente al primo cittadino Uliano e al vicesindaco, Pietro Amitrano. “La mia amministrazione - afferma Uliano - ha ereditato la situazione della casa di riposo, ma fin dal primo momento si è fatta carico delle proprie responsabilità cercando non solo di risolvere le questioni imminenti, ma ripercorrendo a ritroso anche l’intera vicenda, fino alle cause che ci hanno condotto alla situazione attuale con gravi disagi per i dipendenti e gli ospiti della casa di riposo la cui assistenza, però, grazie anche al senso di responsabilità degli operatori, non è mai stata compromessa”. “A differenza di quanto finora asserito – aggiunge il vicesindaco Amitrano - bisogna precisare che dal mese di marzo 2014, fino allo scorso ottobre i dipendenti hanno percepito circa il 50% dello stipendio loro dovuto . Parliamo, dunque, di uno corrispettivo parziale che la nostra amministrazione si è impegnata a pagare per intero, partendo dallo scorso mese di novembre. Tra domani e dopodomani, quindi, saranno effettuati i bonifici relativi a novembre 2014. Per quanto riguarda le tredicesime e agli arretrati dovuti – ha continuato il vicesindaco – bisognerà pazientare ancora un po’ perché stiamo riorganizzando l’intera macchina amministrativa/contabile dell’azienda speciale Aspide che gestisce la struttura comunale, in modo tale da riuscire a coprire il debito accumulato finora. Si tratta di un’operazione non facile e di non immediata esecuzione, soprattutto, per l’imponente debito contratto con la società Equitalia. Per risolvere la questione definitivamente questa Amministrazione sarà costretta, anche, a prendere degli spiacevoli provvedimenti verso gli inquilini che occupano parte degli alloggi comunali gestiti dalla stessa Aspide e che non risultano in regola con i canoni di locazione. Purtroppo, lo stesso provvedimento dovrà essere assunto nei confronti di alcuni ospiti della casa di riposo che, pur avendo un reddito sufficiente, risultano comunque insolventi. Solo il recupero di queste somme, insieme al ripianamento delle perdite, Casa Borrelli potrà superare questo momento di difficoltà, senza che vi siano ricadute né sugli ospiti né sul personale. Una volta risanata la situazione, l’amministrazione deciderà se affidare la gestione della casa di riposo ad un soggetto esterno o proseguire con una gestione diretta “. COMUNICATO