A cura della Redazione
Pompei. Scavi, ultimo lotto lavori Villa dei Misteri Villa dei Misteri resterà chiusa al pubblico per tre mesi a partire dal prossimo 24 novembre. Sarà riaperta entro il 20 febbraio 2015, ma ci si augura che possa esservi, con la progressiva conclusione delle attività, una apertura anticipata parziale o totale. La Soprintendenza Speciale per i Beni Archeologici di Pompei, Ercolano e Stabia ha informato con un comunicato stampa che allo scopo di consentire l’esecuzione dell’ultimo lotto dei lavori di restauro finanziati con fondi ordinari della Soprintendenza, rivenienti dagli incassi per i biglietti d’ingresso negli scavi, sono iniziati nel maggio del 2013. Sono andati avanti in lotti (vale a dire esecuzione parziale dei lavori di restauro di cui ha complessivamente bisogno la prestigiosa villa) per consentire, anche durante i lavori di restauro, l’ingresso al pubblico nelle aree non interessate dal cantiere. Evitando in questo modo che un edificio tanto importante non fosse fruibile alle visite turistiche per un periodo molto lungo. Gli interventi di restauro interessano gli oltre 70 ambienti di cui si compone la Villa, con particolare riguardo alle decorazioni parietali e quelle dei pavimenti. Hanno caratteri di eccezionalità sia per la vastità della Villa che per il significato che essa assume quale icona di tutta la città antica. Nel corso degli anni, a partire dalla sua scoperta avvenuta negli anni Trenta, le pitture e i pavimenti di Villa dei Misteri sono stati frequentemente oggetto di interventi spot. Vale a dire di “micro-restauri” di manutenzione ordinaria e/o straordinaria, eseguiti con metodologie ritenute allora all’avanguardia e di grande efficacia, ma che nel tempo hanno rivelato esiti problematici, come è stato, ad esempio, l’utilizzo di cera sulle pareti, che le ha sì protette, ma al tempo stesso scurite. I lavori di restauro attualmente in corso sono stati preceduti da una puntuale sperimentazione preliminare, volta all’identificazione e caratterizzazione dei materiali utilizzate e delle relativa tecniche pittoriche, dello studio della natura delle alterazioni cromatiche e delle incrostazioni prodottesi nel tempo. L’ultimo lotto di lavori che sarà avviato il 24 novembre riguarderà, in particolare, il restauro della Sala dei Misteri e la pulitura finale di tutte le decorazioni pavimentali. Per l’esecuzione di questi lavori si rende indispensabile la chiusura alle visite della Villa dei Misteri per un periodo breve che durerà circa tre mesi. MARIO CARDONE Twitter: @mariocardone2