A cura della Redazione
Boscoreale. Il Consiglio comunale approva il Bilancio Con undici voti a favore, tre contrari e un astenuto, è stato approvato ieri dal consiglio comunale, presieduto da Antonio Mappa, il bilancio di previsione per l’esercizio finanziario 2014. Con il bilancio è stata approvata anche la relazione previsionale e programmatica illustrata al consiglio dal vicesindaco, assessore al bilancio, Raffaele De Falco, che spiega “I motivi per i quali si è giunti a richiedere l’approvazione del bilancio solo ora, a poche settimane dalla conclusione dell’anno solare, sono dovuti unicamente all’attesa, vana, che il governo desse l’opportunità di mantenere ancora in vigore il regime Tarsu. Ciò non è stato possibile e quindi, nel rispetto degli obblighi normativi, si è dovuta introdurre la Tari, con un costo del servizio rimasto inalterato, se non addirittura diminuiti rispetto all’esercizio precedente. Abbiamo mantenuto l’Imu sulla seconda casa al 10 per mille, ben al disotto del 10.6 previsto dalla normativa nazionale; abbiamo lasciato invariata l’addizionale Irpef allo 0,7% rispetto allo 0,8% consentito; riguardo alla Tasi, abbiamo fatto in modo di venire incontro alle rendite catastali più deboli, le fasce che vanno dai 300 ai 400 euro, prevedendo detrazioni; così come abbiamo deciso di rinunciare a gravare sugli inquilini non prevedendo la corrispondente quota variabile che va dal 10 al 30%, introdotta, invece, da tanti altri comuni limitrofi”. Sempre in tema di tributi, aggiunge Raffaele De Falco “L’impegno dell’amministrazione è di verificare la possibilità di rimodulare, per l’esercizio finanziario 2015, l’intero sistema di tassazione comunale, introducendo dei correttivi basati sull’equità e in particolare che tenga conto del reddito familiare, nel rispetto delle normative vigenti”. Per il prossimo anno, intanto, spiega il sindaco Giuseppe Balzano “Coinvolgeremo i cittadini, i rappresentanti di categoria e le associazioni nella formulazione di un bilancio partecipato, con lo scopo di dare certezza a tutti che i soldi che versano per le tasse siano effettivamente ben spesi”. Attualmente il bilancio comunale, in particolare la spesa corrente, ha un totale di quindicimilioni di euro, di cui 5.603.798 per spese di personale; 6.984.000 per prestazioni di servizio (smaltimento rifiuti, pulizia locali e aree verdi, servizi cimiteriali, pubblica illuminazione, refezione scolastica e trasporto alunni, utenze, randagismo ecc.); 775.000 euro per gestioni di servizi sociali in ambito. Tra gli obiettivi programmatici, come precisa il vicesindaco, assessore al bilancio, Raffaele De Falco, “E’ intenzione dell’amministrazione intervenire in modo drastico su tutte le voci di spesa, su cui è già stato avviato un profondo processo di revisione. Ai tagli del governo non dovrà corrispondere un aumento della tassazione a livello locale. Intendiamo avviare un ragionamento completamente nuovo: la macchina comunale dovrà essere considerata una vera e propria azienda e in quanto tale non potrà produrre perdite. Già con l’assegnazione del P.E.G., sarà avviata una prima, profonda razionalizzazione del personale. Lo impone la necessità di valorizzare e sfruttare al meglio quella che rappresenta la voce di spesa più rilevante nel nostro bilancio, che è pari al 36,40% della spesa corrente. Ridistribuiremo le risorse umane in modo da concentrare le maggiori energie sui settori strategici, per consentire lo sviluppo dell’Ente e per garantire risorse finanziarie. Non escludendo l’esternalizzazione di singoli rami di attività in cui sia evidente il beneficio derivante dall’intervento del privato”. Il documento previsionale e programmatico prevede anche l’approvazione, entro dicembre, di un piano di razionalizzazione delle spese, con particolare attenzione alle utenze e alle attività di recapito. Particolare attenzione sarà prestata anche allo smaltimento dei rifiuti. “Nell’ottica di riduzione dei costi – afferma Raffaele De Falco- è necessario incrementare la raccolta differenziata, anche attraverso la promozione del compostaggio domestico. A breve- annuncia il vicesindaco- partirà la bilancia digitale presso l’isola ecologica. Questa innovazione consentirà a ogni singolo cittadino di depositare materiali nobili (carta, cartone, plastica, vetro, alluminio ecc.) con l’assegnazione di un punteggio per ogni chilo di materiale conferito. Ciò determinerà dei benefici per i cittadini virtuosi, come ad esempio risparmi o buoni acquisto da spendere presso strutture convenzionate”. “Non nascondo le difficoltà economiche e politiche che l’amministrazione ha vissuto nel corso del suo primo anno –afferma il sindaco Giuseppe Balzano-. L’approvazione del bilancio, che definisco tecnico, è un passo importante per il futuro. Ci impegniamo ad approvare il bilancio 2015 nel primo trimestre del nuovo anno, sempre che non vi siano vincoli di natura governativa, sperando di poter dare una svolta e, al contempo, risposte ai nostri concittadini”. ANTONIO D´ERRICO