A cura della Redazione
Boscoreale. Stazione "Villa Regina", sindaci scrivono a Caldoro Apertura della nuova stazione “Villa Regina” della Circumvesuviana, sulla linea Napoli-Sorrento, scendono in campo i sindaci di Boscoreale, Giuseppe Balzano, e Torre Annunziata, Giosuè Starita. I primi cittadini delle due confinanti municipalità uniscono le loro forze a sostegno della petizione popolare, sottoscritta da alcune migliaia di cittadini boschesi e torresi, tesa a far sbloccare i lavori per il completamento della stazione “Villa Regina”, che sorge su via Settetermini, a ridosso dei popolosi rioni Penniniello di Torre Annunziata e Villa Regina di Boscoreale, che comprende anche l’area archeologica boschese. Balzano e Starita hanno sottoscritto un’accorata lettera inviata a Stefano Caldoro, presidente della giunta regionale della Campania, chiedendo “Un incontro per portare all’attenzione le istanze dei cittadini assunte pienamente dalle due amministrazioni comunali e verificare la possibilità di accelerare i lavori di questa importantissima opera”. Nella lettera i due sindaci evidenziano che “Si tratta di un’opera strategica per i Comuni di Boscoreale e di Torre Annunziata. La fermata, infatti, è ubicata su via Settetermini e, oltre a servire due popolose zone caratterizzate da quartieri di edilizia pubblica residenziale, è fondamentale sia per i flussi di chi intende recarsi presso i nuovi centri commerciali sorti sull’area ex aquila prefabbricati (Leroy Merlin e Oviesse), sia presso l’Antiquarium nazionale di Boscoreale “Uomo e Ambiente nel territorio vesuviano”con l’annessa villa rustica di epoca romana. Con la sua apertura si ridurrebbe il traffico privato, si favorirebbe una fascia di popolazione più debole, e si rinforzerebbe il flusso turistico verso l’unico museo della Soprintendenza archeologica di Pompei. L’opera è inserita nei lavori per il raddoppio della Circumvesuviana tra Pompei e Castellammare di Stabia”. La petizione, promossa dall’Associazione socio-culturale “Il Melograno”di Boscoreale, capofila nella proposizione e da sempre particolarmente attenta alle tematiche sociali del territorio boschese, da Federconsumatori Campania, dal Sindacato Pensionati Italiani (SPI-CGIL), dal Sindacato Nazionale Unitario Inquilini e Assegnatari (SUNIA Comprensorio) e dall’Associazione Nazionale Mutilati e Invalidi sul Lavoro (ANMIL- Torre Annunziata), è indirizzata al presidente della giunta regionale, all’assessore regionale ai trasporti, all’amministratore delegato Eav e ai sindaci di Boscoreale e Torre Annunziata. ANTONIO D´ERRICO