A cura della Redazione
Pompei. Opera lirica al Teatro Grande, è già polemica Clamoroso quanto accaduto ieri sera in occasione dello spettacolo de "La Bohème" andato in scena al Teatro Grande degli Scavi di Pompei. L´Amministrazione comunale aveva riservato trecentocinquanta posti ad anziani e studenti, rinunciando agli ingressi per così dire di favore per amministratori e consiglieri comunali. Tuttavia, sono stati venduti tutti i biglietti da parte dell´organizzazione dell´evento, promosso dalla Fondazione “Luigi Carnovale” e dalla “Onlus Sviluppo Sinfonico Siciliano” del maestro Alberto Veronesi. Un pienone di millesettecentocinquanta persone che ha escluso, in pratica, studenti ed anziani dalla possibilità di assistere all´Opera lirica. «La città resta fuori, la casta sta dentro», ha commentato il sindaco Nando Uliano, che ha convocato ieri sera una conferenza stampa all´esterno dell´ingresso degli Scavi. Il primo cittadino sembra intenzionato a revocare il patrocinio del Comune alla manifestazione che, intanto, proseguirà domani 20 settembre. In scena la "Carmen" di Bizet con il gruppo "Balletto del Sud".