A cura della Redazione
Boscoreale. Pro Loco ricorda eruzione del Vesuvio del 79 d. C. La Pro loco Boscoreale "La Ginestra", finora, ha già evidenziato una particolare attenzione alle risorse archeologiche. Dopo il primo e partecipato "Maggio dei Monumenti", la Pro loco, assieme al Gruppo "Teatro della scodella" e con il Patrocinio morale del Comune di Boscoreale grazie al lodevole lavoro dell´Assessore ai beni archeologici Paolo Persico, riprende il ciclo di attività volte alla scoperta e alla riappropriazione del nostro territorio, attraverso la commemorazione di una data famosa in tutto il mondo: quella del 24 agosto del 79 d.C.. Per la prima volta, in anteprima, si ricorda insieme questa data controversa che individua l´evento che ha cambiato il corso della storia: l´eruzione del Vesuvio. Una frase di Goethe, apparentemente cinica, ma assolutamente appropriata, recita: "Mai nessuna catastrofe ha procurato tanta gioia come quella che seppellì queste città vesuviane. E descrive perfettamente il lavoro e il pensiero di storici, archeologi e appassionati: il disastro provocato dall´eruzione del Vesuvio, fra il 24 e il 25 agosto del 79 d.C., ha permesso di conoscere la vera storia, quella scritta dalla gente comune, dalla quotidianità di una vita pietrificata negli ultimi gesti. L´intero territorio vesuviano cessa di esistere il 24 agosto, scomparendo sotto metri di materiali vulcanici, dopo un´eruzione in cui furono emessi circa 4 chilometri cubi di magma con una portata di circa 4.000 metri cubi al secondo. Boscoreale intende ricordare proprio quel momento: quella tragica fine che, però, ha rappresentato un nuovo inizio ed è divenuta risorsa per il nostro territorio. Appuntamento il 24 agosto. Programma dell´evento: ORE 18.00 Percorso tematico da svolgersi presso l´area archeologica di Boscoreale. Esperti, volontari della Pro loco "La Ginestra", racconteranno la storia dell´eruzione accompagnati dagli attori del gruppo "Teatro della Scodella" che leggeranno brani tratti dalle Lettere di Plino che raccontano l´eruzione. La manifestazione, gratuita, si svolgerà all´esterno delle Sale dell´antiquarium "Uomo e Ambiente nel territorio vesuviano". Alcuni volontari della pro loco potranno accompagnare i fruitori nella visita alle sale del Museo a partire dalle ore 17.00. ORE 20.00 Accoglienza in Piazza Vargas dove, attraverso un sentiero di luce, i visitatori si immergeranno in un rituale di deposizione delle offerte votive presso un antico larario. Potremo trattenerci ancora insieme presso il Bar Express nel quale sarà allestita una mostra tematica con acqueforti e dipinti a cura dei giovani artisti Umberto Carotenuto e Stefania Scardone. Al termine della manifestazione celebreremo il nostro fertile territorio con una degustazione di vino e prodotti tipici.