A cura della Redazione
Pompei. Scavi, concorso fotografico Wiki Loves Monuments Tra poche settimane al via il più grande concorso fotografico del mondo, Wiki Loves Monuments, dedicato ai siti museali, archeologici e ai luoghi d’arte d’Italia. Tra i siti d´eccezione, al primo posto naturalmente coinvolta Pompei, una delle aree archeologiche più importanti, conosciute e fotografate al mondo. La città moderna si prepara, perciò, ad accogliere, a partire dal prossimo mese di settembre, migliaia di amanti del click italiani e stranieri, dilettanti e professionisti perché il concorso, promosso da Wikimedia Italia, si svolgerà dall´1 al 30 settembre prossimi nei siti gestiti dal Ministero per i Beni, le Attività Culturali e del Turismo. Praticamente tutte i maggiori d´Italia. In testa Pompei e le altre aree archeologiche vesuviane, tra cui gli scavi di Opposti a Torre Annunziata, e quelli di Ercolano. A partire da oggi, una volta scelto il monumento e registratolo al concorso attraverso il sito www.wikilovesmonuments.it, è possibile scattare le foto che potranno essere caricate nella sezione dedicata del portale web, per poi andare in concorso e partecipare alla premiazione finale che avrà luogo nel mese di novembre. Il Guinness Record Book riporta che nell´ultima edizione nazionale, il Wiki Loves Monuments ha raccolto oltre ottomila foto di monumenti e la partecipazione di più di duecento tra enti ed istituzioni. A livello mondiale la partecipazione è stata di trentadue nazioni di cinque continenti. “Wiki Loves Monuments Italia – 2014” è un’occasione importante per aprire luoghi simbolo della storia e della cultura italiana, come Pompei, a nuove modalità di fruizione. La Direzione generale del Grande Progetto Pompei e la Soprintendenza Speciale per i Beni Archeologici di Pompei, Ercolano e Stabia hanno voluto fortemente che si concretizzasse questa opportunità poiché la partecipazione dei cittadini - italiani e stranieri – migliore la fruibilità dei siti archeologici più importanti del mondo ma coinvolge gli stessi (specie quelli che risiedono nelle città dei monumenti) nelle attività di miglioramento della fruizione e nella valorizzazione del patrimonio culturale. E’ la via migliore per garantire la divulgazione della grande ricchezza rappresentata dal parco archeologico di Pompei. Deve accrescersi contestualmente la consapevolezza della necessità di conservazione e di tutela da parte della popolazione residente. Pertanto ci si attende un’iniziativa promozionale a riguardo da parte del sindaco Nando Uliano. Pompei, grazie ad iniziative congiunte attualmente allo studio con gli organizzatori di Wiki Loves Monuments, si prepara ad accogliere al meglio i partecipanti al concorso e presentare così al mondo intero, attraverso i loro scatti, le meraviglie che custodiscono le antiche rovine degli Scavi. Quale opportunità migliore per rilanciare anche il turismo locale? Dal sindaco Uliano e la giovane assessora alla Cultura ci attendiamo l’annuncio di un ventaglio d’iniziative a riguardo. MARIO CARDONE