A cura della Redazione
Pompei. Le priorità del neo sindaco Nando Uliano Nando Uliano è raggiante in volto. Così si presenta alla conferenza stampa di questo pomeriggio, svoltasi presso il comitato elettorale di via Parroco Federico. Il neo sindaco di Pompei, uscito vincitore dal ballottaggio con Franco Gallo, con il 60 per cento delle preferenze, parla con i giornalisti all´indomani del successo che, per i prossimi cinque anni, gli garantirà la fascia tricolore a Palazzo De Fusco. «Siamo felici per la larga affermazione e per i consensi ottenuti - dichiara Uliano -. Ora cominceremo a lavorare per i pompeiani». Tra le priorità della nuova Amministrazione c´è la ridefinizione più equilibrata delle tariffe relative ai parcheggi nelle strisce blu, e l´attenzione alle fasce deboli della popolazione. «Durante la campagna elettorale - spiega ancora il sindaco - ho incontrato personalmente i cittadini e, soprattutto nelle periferie, è evidente un profondo stato di difficoltà. Il mio impegno sarà innanzitutto rivolto a loro. Ci concentreremo particolarmente sulle Politiche Sociali. E lo faremo tagliando drasticamente quelle che sono le spese superflue per reperire fondi utili ad aiutare le famiglie pompeiane». Eliminazione delle auto blu e delle spese di rappresentanza saranno i primi atti del nuovo governo. Sulla sua elezione, poi, Uliano parla di «una liberazione per la città. In tanti hanno festeggiato insieme a noi la vittoria, manifestandomi la loro fiducia - prosegue -. Il successo ottenuto è merito di tutti i miei collaboratori che, giorno dopo giorno, hanno profuso il loro massimo impegno per "liberare" finalmente Pompei». Altro tema affrontato, la lotta serrata al malaffare: «Sconfiggeremo la camorra e qualsiasi forma di illegalità - ha sottolineato con forza Uliano -. La legalità è sempre stata al primo posto della mia esperienza politica, e lo sarà ancora». Sul nuovo esecutivo, il neo sindaco non si sbilancia. Assodata l´investitura di Pietro Amitrano, che molto probabilmente ricoprirà l´incarico di assessore con deleghe a Finanze ed Ambiente, restano da riempire altre quattro caselle. «Posso solo dire - continua Uliano - che in giunta ci saranno persone competenti e capaci in quei settori che dovranno amministrare». Si fanno anche i nomi di Pietro Acanfora, che ha apportato un notevole contributo alla vittoria della coalizione di Uliano, e di Sandro Staiano, ex sindaco con un´esperienza decennale in politica. A tal riguardo, non si esclude un suo ingresso in giunta. Ma potrebbe anche rivestire un ruolo da "dietro le quinte". Sulla scelta degli assessori, inoltre, Uliano spiega che, qualora le forze politiche che lo hanno sostenuto abbiano al loro interno figure altamente competenti, queste potrebbero essere scelte per comporre la nuova squadra di governo. Sembra scontato che Progetto Democratico, la lista civica più votata della coalizione e che esprime il maggior numero di consiglieri (tre), richieda un Assessorato. Stesso discorso anche per Città Futura e Città Nuova, che hanno eletto nell´Assise cittadina due rappresentanti ciascuna. MARIO CARDONE twitter: @mariocardone2