A cura della Redazione
Pompei. L´analisi del voto che ha premiato Uliano. Il nuovo Consiglio comunale Nando Uliano è il nuovo sindaco di Pompei, scelto al ballottaggio dal 60 per cento dei pompeiani. Ha ottenuto oltre 2.700 voti in più rispetto allo sfidante Franco Gallo, mentre al primo turno il divario tra i due era di 400 voti, a dimostrazione che il suo prestigio personale si è affermato ancora di più nella forza della sua coalizione. La sconfitta di Gallo è da imputarsi a due ordini di fattori. Primo: la minore affluenza alle urne rispetto al primo turno ha probabilmente inciso sull´esito del ballottaggio, con l´elettorato più incentivato dai candidati di lista. In secondo luogo, non ha funzionato a favore di Gallo l´accordo a tavolino siglato tra Carmine Lo Sapio e l´ex sindaco Claudio D´Alessio, quando il primo ha compiuto il "famoso" passo indietro. L´obiettivo era quello di far convogliare su Gallo, in caso di ballottaggio tra quest´ultimo e Uliano, i voti di Maria Padulosi e delle liste che la sostenevano, cosa che non è evidentemente accaduta. La stessa candidata sindaco si era dissociata apertamente, così come autorevoli esponenti al suo seguito. La vittoria di Uliano segna una vera e propria svolta nei confronti dell´Amministrazione precedente, dalla quale il "sindaco boy-scout" si era allontanato tre anni fa, presentando le sue dimissioni dall´esecutivo D´Alessio. In tutto questo tempo, Uliano ha lavorato in forte contrapposizione rispetto a D´Alessio, affermando in prim´ordine principi come legalità ed ambiente, ispirandosi al sindaco pescatore di Pollica, Angelo Vassallo (ci aspettiamo che i uno dei suoi primi atti da sindaco sarà il gemellaggio tra Pompei e la città del Cilento). Uliano è riuscito a coinvolgere nel suo progetto politico l´associazionismo, poi sono subentrati quasi tutti i dissidenti del Partito Democratico in Consiglio comunale che hanno mandato a casa D´Alessio. Ma chi alla fine ha fatto orientare il bilancino a favore di Uliano è stata Primavera Pompeiana, formata da due anime: una a prevalenza dei commercianti che si sono rivoltati contro il piano parcheggi, e l´altra costituita dai residenti della periferia (via Ripuaria) che sono scesi in piazza per protestare contro il degrado dell´area sud della città. Un´ultima considerazione che emerge da questa tornata elettorale, riguarda il forte rinnovamento, in termini di uomini e donne, del Consiglio comunale. Sono ben otto su sedici i volti nuovi che siederanno tra gli scranni di Palazzo De Fusco. Intanto, questo pomeriggio alle ore 16, presso il suo comitato elettorale in via Parroco Federico, Uliano terrà una conferenza stampa il sindaco di Pompei Nando Uliano, terrà una conferenza stampa per ringraziare la città e commentare la vittoria conseguita al ballottaggio. MARIO CARDONE twitter: @mariocardone2 Il nuovo Consiglio comunale di Pompei: MAGGIORANZA: Lello De Gennaro, Angelo Calabrese, Marika Sabini (Progetto Democratico); Carmine Cirillo, Raffaele Marra (Città Futura); Stefano De Martino, Luigi Ametrano (Città Nuova); Alfonso Conforti (I Pompeiani); Alberto Robetti (Pompei III Millennio); Raimondo Sorrentino (Pompei Ora). OPPOSIZIONE: Franco Gallo (candidato sindaco non eletto); Maria Padulosi (candidata sindaco non eletta); Attilio Malafronte (Impegno Democratico); Bartolo Martire (Democratici Riformisti); Andreina Esposito (Valori e Diritti); Salvatore Perillo (Cattolici e Democratici).