A cura della Redazione
Pompei. Campo "Bellucci", la posa della prima pietra Una bella giornata per lo sport a Pompei. Stamattina c’è stata la semplice ma lieta cerimonia della posa della prima pietra del campo di calcio “Bellucci”. L’iniziativa è del commissario prefettizio Aldo Aldi. Arriva a coronamento di un iter incardinato ad una delibera comunale della prosciolta amministrazione D’Alessio. Marcia trionfale, inno d’Italia. Cerimoniale in regola, con i “pulcini” in posa per la foto ricordo insieme al commissario prefettizio, la gentile vice questore aggiunto Maria Rosaria Romano, il maresciallo capo dei carabinieri Tommaso Canino, comandante della caserma locale. Il sindaco D’Alessio, ritirandosi, ha pensato bene di lasciare in carica il “generale” capo del cerimoniale, per cui tali eventi proseguono allo stesso modo: taglio del nastro, scatti ricordo e brindisi finali. A proposito di D’Alessio, erano presenti alla cerimonia il suo ex assessore allo Sport Giuseppe Tortora, e tanti altri suoi colleghi politici di maggioranza e di minoranza. Aldi ha promesso alla città, prima della fine del suo mandato, vale a dire per le prossime elezioni di fine maggio, almeno un’altra inaugurazione importante: l’apertura del centro sportivo che sarà realizzato a Ponte Nuovo nello spazio che era una volta di proprietà del ras della camorra Ferdinando Cesarano, che imperversava sul mercato dei fiori di Pompei. Nel suo discorso, Aldi ha descritto le difficoltà di superare la burocrazia in tempi brevi per gara d’appalto ed ha ringraziatoper la collaborazione i tecnici del Comune le forze dell’ordine. Queste ultime avranno il compito di vigilare sulle partite di calcio che si svolgeranno sul campo “Bellucci”, che dovrebbe aprire i battenti tra sei mesi. MARIO CARDONE twitter: @mariocardone2