A cura della Redazione
Pompei. Elezioni, Padulosi smentisce: D´Alessio no vicesindaco Claudio D’Alessio (ex sindaco di Pompei) non sarà “vice” nella giunta di Maria Padulosi, nel caso la candidata sindaco dovesse vincere le prossime elezioni amministrative. Ad annunciarlo in un comunicato è la stessa professionista. La medesima ha definito «infondata e faziosa» la notizia che è stata diffusa, evidentemente, dai suoi presumibili avversari politici. Padulosi ha anche annunciato che «l’avvocato D’Alessio non è interessato a incarichi nella prossima amministrazione». Altra precisazione della candidata alla fascia tricolore di Pompei, è che non è stato stipulato alcun patto politico per incarichi amministrativi in una sua eventuale giunta di governo. In questi giorni (sempre riguardante l’ex sindaco) è circolata una nuova voce, che tuttavia il comunicato della Padulosi sembra (almeno parzialmente) escludere: quella secondo cui D’Alessio si sarebbe candidato per il Consiglio comunale in una lista civica da lui stesso formata, insieme a giovani con cui ha coltivato rapporti di stima ed amicizia negli anni recenti del suo mandato. Il fatto che a Pompei si parli ancora molto di Claudio D’Alessio, e poco della candidata a sindaco che lui stesso sostiene (ed insieme ad altri ha scelto) alle prossime elezioni, è indice del fatto che l´ex primo cittadino è conosciuto da tutti ed il suo nome rientra ancora nei commenti della gente per quanto di bene e/o di male ha prodotto nel corso degli ultimi dieci anni (inoltre il suo nome è scritto in numerose targhe sottostanti a monumenti sparsi per tutta la città). Al contrario, la collega forense che aspira a succedergli nella funzione è ancora un’illustre sconosciuta per la gran parte dei suoi concittadini. Per cominciare, considerato che il corpo elettorale deve farsi un’opinione sul suo conto, potrebbe risultare utile sapere quale eredità del suo predecessore intende valorizzare, e quale, al contrario, abbandonare, considerata l’affermazione contenuta nell’annuncio della sua candidatura. «Cambiare, innovare, crescere, migliorare non vuol dire "rompere con il passato" ma "imparare dal passato", guardare avanti insieme con un´azione di pianificazione, di sviluppo e di cambiamento per il futuro migliore a cui tutti aneliamo». In definitiva, avvocato Padulosi, che cosa ha imparato di positivo in questo primo mese di apprendistato politico dall’ex sindaco Claudio D’Alessio? Non è un esame, ma serve per farci un’opinione. MARIO CARDONE twitter: @mariocardone2