A cura della Redazione
Pompei. Spiderman in piazza per il Carnevale Spiderman ed altri personaggi della fantasia dei bambini protagonisti a Pompei domenica prossima (2 marzo), prima del martedì di Carnevale. Il centro storico della città sarà chiuso al traffico ed i bambini potranno sfilare tra mille costumi originali e colorati, coriandoli e stelle filanti. La manifestazione, che coinvolge famiglie, cittadinanza e turisti avverrà nel centro storico di Pompei. L’animazione sarà svolta nello spazio della piazza antistante il Municipio. Costo dell’operazione: mille euro in tutto. “Mai così economiche le iniziative ludiche del Comune”. E’ la voce che gira in questi giorni per i corridoi di Palazzo De Fusco, riferite nello specifico alle iniziative del team (commissario e sub commissario) che gestirà l´attività amministrativa a Pompei fino a giugno. E’ in campo, difatti, anche la proiezione (a costo zero) di un film sulla “Terra dei Fuochi” nella sala consiliare di Palazzo De Fusco (organizzato dalla commissione della biblioteca comunale) mentre sono previste sorprese ed iniziative pubbliche anche per la giornata dedicata alla festa della donna. La gestione commissariale sta incontrando il favore, in questi giorni, di parecchi cittadini di Pompei. In particolare perché l’assenza dei politici dal Palazzo (che normalmente fanno perdere tempo agli addetti ai lavori) lascia il tempo ai settori dell’amministrazione di dedicarsi ad iniziative pratiche come, per esempio, specifici interventi di manutenzione, tralasciati in precedenza. Abbiamo, difatti, dato qualche giorno fa la notizia del ripristino del sistema di videosorveglianza nel centro di Pompei. Ora abbiamo notato maestranze all’opera che stanno conferendo decoro all’aiuola della rotonda con scultura metallica contemporanea sita in viale Unità d’Italia. Insomma, siamo ben lontani dall’efficienza totale (del resto nessuno in sei mesi può aspettarsi miracoli), ma tutto sommato si nota in giro qualche miglioramento che fa ben sperare. Non a caso qualcuno in città ha osservato (con una battuta) che potrebbe risultare utile rimandare di qualche anno le elezioni. Riguardo al capitolo degli spettacoli e delle feste, sembra che sia stata trovata dalla commissione prefettizia un residuo di soldi in bilancio che, stanziati dall’amministrazione precedente per l’anno in corso, non sono stati ancora spesi. Per cui è probabile che fino a maggio ci saranno altre iniziative di cui potranno giovarsi principalmente le fasce deboli della città, come gli anziani e le famiglie con disagio sociale. MARIO CARDONE twitter: @mariocardone2