A cura della Redazione
Pompei. Si insedia un sub commissario prefettizio Oggi ha preso funzioni di sub commissario prefettizio per la città di Pompei una giovane signora che opera in pianta stabile alla direzione dello staff del protocollo di legalità per gli appalti pubblici presso la prefettura di Napoli. Si tratta di Carolina Iovino, giovane laureata in Legge con una consolidata esperienza nel settore degli appalti. Conoscenza che le riuscirà sicuramente utile nell’attività che si presta a svolgere, dal momento che si dovrà parzialmente dedicare ad incombenze della medesima natura per quanto riguarda l’incarico che si appresta a ricoprire a Pompei. Intanto prosegue l’attività del commissario prefettizio Aldo Aldi, che oggi ha ricevuto ex amministratori ed associazioni del territorio sulla spinosa questione della costruzione dei loculi su base privatistica. Iniziativa che si avvia a trovare una soluzione riguardo alla partenza dell’appalto dei lavori che deve, però, trovare la partecipazione di varie componenti politiche e sociali per partire senza alcun problema. Ultima iniziativa del commissario prefettizio riguarda il ripristino del sistema di videosorveglianza della città di Pompei. A breve le 25 telecamere installate riprenderanno a funzionare. Controlleranno il centro e le periferie 24 ore su 24 perché Aldi ha disposto che il ripristino del sistema di sorveglianza sia operativo in breve tempo per ovvi motivi di sicurezza e di legalità. Le sale operative di controllo sono attive presso il commissariato di Pubblica Sicurezza di Pompei ed il comando dei Vigili Urbani. Le telecamere sono state installate dal 2008 ma attualmente risultano fuori servizio per motivi tecnici e non sono state più sottoposte a manutenzione dall’Amministrazione comunale. Il commissario prefettizio, informato della problematica, ne ha disposto l’immediata riattivazione con procedura d’urgenza. MARIO CARDONE twitter: @mariocardone2