A cura della Redazione
Pompei. Verso la gestione provvisoria dei parcheggi L’esigenza di non procurare danno erariale al Comune di Pompei, indurrà nei prossimi giorni il commissario prefettizio Aldo Aldi a decretare la gestione provvisoria dell’incasso dei ticket per la sosta, nell’attesa che siano espletate le formalità contrattuali tra il Comune e la società che ha vinto la gara d’appalto. E’ appunto tra quest´ultima, la Publiservizi (entrante) e la società Aipa (uscente) che si deve decidere quale sarà il soggetto che procederà prossimamente all’incasso dei ticket, in via provvisoria per un periodo di almeno un mese, nell’attesa che siano proposti e decisi eventuali ricorsi, di cui al momento non si è avuta ancora alcuna notizia ufficiale. Per quanto riguarda il commercio del centro cittadino, che notoriamente avversa ogni forma di pagamento del parcheggio ed ogni tipo di divieto del traffico (forte è stato il contrasto all’istituzione dell’isola pedonale), non si può dire che sia stato avvantaggiato nelle ultime settimane in cui le colonnine dispensatrici dei ticket di sosta sono state coperte con una busta di plastica nera (come quelle della spazzatura) ed il parcheggio è stato gratuito per tutto il centro storico (come avviene normalmente per il resto della città di Pompei). Negli ultimi giorni, difatti, la notizia del parcheggio gratuito all’interno delle strisce blu ha suscitato un stato di euforia nella cittadinanza pompeiana, che ha indotto molti, specie i residenti della periferia, ad approfittare dell’occasione eccezionale (come se si trattasse di un’offerta straordinaria). La conseguenza è stata che recentemente è risultato più difficile di prima (quando si pagava il parcheggio) trovare un posto libero per sostare con l’automobile nel centro di Pompei per chi si doveva recare in un negozio, in banca o a sbrigare qualche pratica burocratica negli uffici del Comune o dell’Azienda sanitaria locale, o magari fare una passeggiata in piazza e prendere un caffè al bar. MARIO CARDONE twitter: @mariocardone2