A cura della Redazione
Pompei. Argini fiume Sarno, interviene commissario prefettizio Ad un nulla di fatto, che è durato due mesi dal tragico incidente avvenuto in prossimità del fiume Sarno in cui hanno perso la vita Nunzia Cascone e la figlia 20enne Anna Ruggirello, riscontriamo un positivo intervento del commissario prefettizio di Pompei. Aldo Aldi è giunto alla guida dell´Amministrazione dopo la crisi politica che ha investito la città mariana. Una politica che, a parte il bilancio definitivo, è sotto gli occhi di tutti che in materia di sicurezza stradale non si è dimostrata all’altezza. Ci limitiamo al brutto e straziante incidente, che ha cambiato il corso della vita e (speriamo) anche il verso della politica a Pompei, perché due vittime innocenti (madre e figlia) hanno pagato per un modo dissennato di guidare l’automobile, ma anche per la mancanza di sicurezza sul percorso di una fondamentale arteria di comunicazione stradale lungo il tratto periferico a sud del centro moderno di Pompei. Apprendiamo da un comunicato stampa del Comune che il commissario prefettizio Aldo Aldi ha ottenuto in Regione la convocazione di una riunione urgente sul tema della sicurezza degli argini del fiume Sarno. L’assessore regionale Edoardo Cosenza, facendo seguito all’istanza di Aldi, ha convocato i vertici degli Enti competenti per la sicurezza del Sarno. E’ così partita l’iniziativa che punta a dare priorità alla sicurezza degli argini, nelle more dei preventivati interventi di dragaggio nel tratto finale del fiume che ha visto protagonista, insieme ad Aldi, l’amministratore regionale campano. Cosenza ha convocato con urgenza il direttore generale per i Lavori Pubblici della Regione, i rappresentati dell’Arcadis, i vertici dell’Autorità di Bacino Campania Centrale e i delegati dei Comuni di Pompei e Scafati. L´assessore ha chiesto alla società Arcadis (Agenzia Regionale Campana Difesa Suolo, competente all´attuazione degli interventi di tutela del suolo e dell´assetto idrogeologico nella regione Campania e delle attività tecnico operative connesse) di effettuare una variante al progetto di messa in sicurezza, già programmato, per accelerare i tempi dei lavori. La società Arcadis ha chiesto, a sua volta, un margine di tempo per la verifica di fattibilità. Aldo Aldi ha precisato nel suo comunicato che la sicurezza degli argini del fiume Sarno è una delle priorità in agenda del suo programma commissariale. Argomento che trova la piena approvazione della cittadinanza di Pompei, con la precisazione che quando si tratta di tutelare la vita umana ogni spesa è ammissibile in quanto le economie devono essere evidentemente ricercate altrove. MARIO CARDONE twitter: @mariocardone2