A cura della Redazione
Terzigno. Gara di mountain bike "Terra di fuoco" Si è svolta a Terzigno, il 3 novembre scorso, la seconda edizione del Trofeo “Terra di fuoco”, gara di Mountain bike a livello agonistico, prova del campionato regionale “USacli” Campania. Il trofeo, promosso dalle società sportive Dogma Bike, Vesuvio Bike, G.S. Rosa Raffaele, Ammaturo Bike’s e Team Bifulco, tutte di San Giuseppe Vesuviano e Terzigno, ha visto impegnato oltre cento corridori partecipanti, compresa una donna, che hanno affrontato una prova di alta difficoltà tecnica svoltasi su un circuito di 3,4 chilometri, da percorrere otto volte con un dislivello totale di circa 1.330 metri, studiato dai tecnici sportivi delle società organizzatrici all’interno del meraviglioso contesto del Parco Nazionale del Vesuvio nelle pertinenze territoriali del comune di Terzigno. La gara, svoltasi in un bellissimo clima all’insegna della sana competizione sportiva, in uno spettacolare contesto naturale rappresentato dalle bellezze poco conosciute di un territorio che potrebbe essere una risorsa eccezionale e, ancor di più, dall’ampia partecipazione cittadina che ha assistito alla gara assiepata lungo il percorso, è stata considerata dai partecipanti e gli astanti tra le più belle del genere per organizzazione e luogo scelto per la realizzazione della competizione. I corridori, oltre alle asperità ritrovate lungo il circuito, hanno dovuto aspramente combattere contro le avverse condizioni meteo che, in alcuni frangenti, hanno davvero infierito non poco sugli atleti. Con un ritmo forsennato, sempre in testa fin dai primi chilometri dalla partenza, dopo gli otto giri previsti percorsi tra le bellissime pinete vesuviane, tra fango, pietre, terra e polvere, taglia il traguardo posto all’interno della meravigliosa tenuta Giugliano, con un tempo di 1h 31 minuti, Vincenzo Sangiovanni della ASD Loose Dogs di San Giuseppe Vesuviano, classe 1983. In ordine d’arrivo è seguito in seconda posizione con un distacco di oltre cinque minuti Paolo Russo della Asd Ciclosport Team Reacing di Nola, classe 1984, e in terza posizione, il compagno di squadra di quest’ultimo, Vincenzo Di Luca, classe 1982. VINCENZO MARASCO