A cura della Redazione
Pompei. Scavi, acquisto dei biglietti con carte e bancomat La Soprintendenza Speciale per i Beni Archeologici di Napoli e Pompei ha annunciato che a partire da oggi, 15 ottobre, è possibile acquistare alle biglietterie i ticket di ingresso negli scavi di Pompei ed Ercolano pagando con la carta di credito (circuiti Visa e MasterCard) e con il Bancomat. In questo modo è stato completato il programma di adeguamento ai moderni sistemi di pagamento, ampliando i mezzi sostitutivi della moneta contante nella vendita dei biglietti di ingresso alle aree archeologiche vesuviane. Nell’iniziativa ha operato Civita Musea srl, concessionario di biglietteria da parte della Sanp. Il traguardo di offrire un servizio di pagamento moderno per rendere più agevole la visita negli scavi archeologici, ad onor del vero, è stato raggiunto con un certo ritardo dal momento che è molto tempo che contanti ed assegni sono stati sostituiti dalla moneta elettronica nei sistemi di pagamento di beni e servizi, anche se si deve tenere conto che Pompei è giunta prima al traguardo in un sistema museale nazionale arretrato riguardo al pagamento del biglietto. Detto questo, bisogna anche dire che è sembrata un’esagerazione la polemica aperta dagli operatori turistici “mordi e fuggi” che hanno parlato di file enormi alle biglietterie degli Scavi di Pompei che hanno, notoriamente, tre ingressi dotati di box plurimi. Alla fine la cosa importante è che i biglietti di ingresso possono essere acquistati a Pompei (in tutti e tre gli ingressi) ed Ercolano, non solo in contanti ma anche con bancomat e carta di credito. Inoltre permane un sistema più avanzato per evitare le file. I biglietti possono essere comodamente pre-acquistati on line dai siti della Soprintendenza (www.pompeiisites.org) o di TicketOne (www.ticketone.it): con dei semplici click, sempre pagando con carta di credito. In questi casi si può scegliere se ricevere i biglietti a casa, stamparli e presentarsi così direttamente ai tornelli di ingresso degli Scavi, oppure se ritirarli presso un punto dedicato presente a Ercolano e a Pompei Porta Marina. Con questo traguardo in termini di aggiornamento delle biglietterie e dei sistemi di prenotazione, le aree archeologiche di Pompei ed Ercolano sono fra i primi luoghi d’arte in Italia che si adeguano agli standard offerti dai più importanti e visitati musei del mondo. MARIO CARDONE