A cura della Redazione
Boscoreale. Amianto nelle scuole, chiuso plesso Piano Napoli Il sindaco di Boscoreale, Giuseppe Balzano (foto), ha disposto la chiusura immediata delle strutture scolastiche primaria e secondaria di primo grado del Piano Napoli Passanti, Istituto comprensivo 3° Rodari Castaldi, per l’accertata presenza di vinil-amianto nella pavimentazione. «Non c’è alcun allarmismo - dichiara il primo cittadino -. Le attività didattiche si avvieranno regolarmente dal lunedì 16 settembre anche per gli alunni dei plessi scolastici delle scuole primarie e secondarie di primo grado del Piano Napoli Passanti Scafati. Gli alunni della primaria saranno ospitati in alcune aule del plesso dell’infanzia che insiste all’interno dello stesso rione, mentre gi alunni della scuola secondaria di primo grado saranno ospitati presso il plesso di Marchesa, che svolgerà le attività didattiche su due turni». «Abbiamo ereditato questo stato di cose - prosegue il sindaco -, del quale siamo venuti a conoscenza solo nei giorni scorsi, tant’è che è stato sollecitato l’ufficio tecnico di avviare urgenti verifiche. All’esito degli accertamenti, i tecnici comunali, supportati anche da un esperto, hanno evidenziato lo stato di pericolo, per la presenza nei pavimenti delle scuole di vinil/amianto, che ha comportato la conseguente adozione di ordinanza di inibizione all’utilizzo delle strutture scolastiche. Le famiglie si devono preoccupare della salute dei loro ragazzi e non del breve disagio che subiranno». L’assessore ai LL.PP., Dino Marcone, intanto spiega che «sono in corso gli adempimenti tecnici per dare immediato avvio ai lavori di messa in sicurezza delle strutture scolastiche e per la sostituzione del pavimento. Allo stato, considerata anche la complessa attività da svolgere nell’esecuzione dei lavori, ipotizziamo che la scuola possa essere riconsegnata dopo le vacanze natalizie». Da lunedì, quindi, gli alunni della scuola secondaria di primo grado dell’Istituto comprensivo 3° Rodari Castaldi, saranno trasportati con gli scuolabus comunali presso il plesso scolastico di Marchesa, ove il dirigente scolastico ha istituito il doppio turno per fronteggiare l’emergenza. ANTONIO D´ERRICO