A cura della Redazione
Pompei. Auto e corpo carbonizzati trovati a Mariconda. Indaga la polizia Pare che abbia un nome e cognome il cadavere carbonizzato rinvenuto dalle forze di polizia in un’automobile (una Renault) che era stata data alle fiamme. Nella mattinata, infatti, è stata ritrovata una vettura completamente incendiata al cui interno c’era il cadavere carbonizzato di un uomo, identificato successivamente sulla base della targa del veicolo. Si tratterebbe dell’affittuario della vasta area di parcheggio per camion sita a Mariconda. A dare l’allarme è stato un passante che ha visto le fiamme avvolgere l’auto ed ha telefonato ai vigili del fuoco. Arrivati sul posto per spegnere l’incendio, i pompieri hanno fatto la macabra scoperta. L’auto era ferma in un’area privata. Il cadavere dovrà essere sottoposto ad autopsia per stabilire se l’uomo è stato ucciso prima che il suo corpo fosse dato alle fiamme. Ne riviene che al momento la causa della sua morte può essere l’omicidio ma anche il suicidio o l’incidente occasionale. Il nome del defunto che circola con insistenza è quello di Carmine Parmentola, 37enne di Castellammare di Stabia. Persona, a quanto si dice, sola ed in cattive condizioni economiche. Tanto da essere costretta a dormire in automobile. A dare l’allarme dell’incendio è stato un passante. Sul posto sono arrivati i vigili del fuoco che si sono accorti che all’interno dell’autovettura c’era un cadavere oramai carbonizzato. L´area dove è stato fatto il macabro ritrovamento, alla periferia di Pompei, ai confini con Scafati, è un ampio spazio privato, recintato e utilizzato come deposito e parcheggio di camion destinati al trasporto di merci. Pochi giorni fa, nella stessa zona, è stato arrestato per spaccio un pregiudicato di Torre Annunziata. Una telefonata anonima ha avvertito il locale commissariato di Polizia delle fiamme che si levavano dall’area di parcheggio. Sul posto si sono recati gli agenti insieme al sostituto Procuratore di Torre Annunziata, Pavia, che coordina le indagini dirette dal vice questore aggiunto della Polizia di Stato di Pompei, Maria Rosaria Romano. MARIO CARDONE twitter: @mariocardone2