A cura della Redazione
Pompei. "Una bellezza per Pompei", Comune cerca sponsor Sfilata in piazza, per celebrare la fine dell’estate, delle più belle ragazze di Pompei. La reginetta avvicinerà la sua immagine alle vedute del sito archeologico – religioso più famoso d’Italia. Attenzione, è stata però posta una condizione, la manifestazione sarà allestita solo se a farsi carico del costo saranno i privati che in cambio avranno diritto di farsi pubblicità tramite la manifestazione che eleggerà “Una bellezza per Pompei”. Per questo motivo Il Comune di Pompei ha emesso un bando per sponsorizzare “Una bellezza per Pompei” . Concorso per l’elezione della miss che sarà organizzato dallo staff dell’assessorato agli eventi di Giuseppe Tortora con il finanziamento dei privati che potranno farsi pubblicità in una forma innovativa: le ditte sponsor saranno menzionate pubblicamente ed il loro logo apparirà nelle forme ufficiali della popolare manifestazione, allestita a conclusione degli eventi estivi nel centro di Pompei. Si tratta di un’iniziativa innovativa a cui le imprese che operano nel settore commerciale e dell’artigianato sono chiamate a dare il proprio contributo gareggiando sul piano della pubblicità. Una filosofia organizzativa a cui tutti dovranno abituarsi perché se in un centro turistico è necessario organizzare eventi di grande attrazione servono risorse economiche che non possono rivenire, come è stato fino ad oggi, dalla finanza pubblica. Nella determina comunale gestita dal settimo settore del dirigente Vitiello si legge che l’iniziativa dell’amministrazione comunale di Pompei punta ad organizzare un concorso di miss a coronamento degli eventi estivi 2013. Il ceto turistico e commerciale della città e chiamato a partecipare attivamente. Ci riferiamo al settore della bellezza, dell’eleganza e del lusso. Associazioni di parrucchieri e visagisti, atelier di moda, negozi di gioielli e tutta la filiera della moda presente a Pompei con griffe nazionali. E’ un campo di competizione dove entra in gioco lo spirito d’iniziativa e la forza di coesione delle associazioni locali di categoria. Alla fine lo spettacolo organizzato sarà una Kermesse di arrivederci all’estate che sarà possibile solo con il finanziamento economico di privati o enti pubblici che potranno elargire una somma o assicurando un servizio (allestimento del palco o quadro elettrico di comando). L’amministrazione comunale da parte sua assicurerà agli sponsor un ritorno d’immagine mediante l’esposizione del logo e la possibilità di poter pubblicizzare nel corso del business la partecipazione all’iniziativa. MARIO CARDONE