A cura della Redazione
Pompei. Piazza del Santuario, scippata anziana Un giovane delinquente su un motorino ha scippato un collier d’oro ad una signora che, insieme al coniuge, era appena uscita dal Santuario di Pompei. La donna in compagnia del marito (una coppia di sessantenni) residente a Torino, era venuta a manifestare con la preghiera la sua devozione alla Madonna del Rosario. Era appena uscita dal Santuario quando, all’angolo della Piazza, è stata scippata della collana d’oro che indossava al collo da un malvivente che, a bordo del suo motorino ha cercato, immediatamente dopo il colpo, di dileguarsi. La sua fuga in un primo momento non ha avuto successo perché è stato immediatamente inseguito da un suo coetaneo che aveva assistito alla scena e lo aveva rincorso sul suo mezzo a due ruote per aiutare la vittima che, insieme al marito stava inseguendo parimenti lo scippatore, richiamando con le sue grida le attenzioni dei passanti. Alla fine c’é stata una scena d’inseguimento (purtroppo da qualche tempo frequente) nel bel centro della piazza a cui, in un secondo momento, hanno partecipato attivamente anche i vigili urbani che hanno finito per rastrellare tutta l’area a ridosso degli scavi di Pompei, senza riuscire ad acciuffare il ladro del gioiello. Purtroppo per la sfortunata coppia di torinesi, che hanno concluso la loro giornata presentando denuncia sull’accaduto alle forze di polizia, lo scippatore ha avuto la meglio riuscendo a superare l’assalto dell’inseguitore che in un primo momento era riuscito a raggiungerlo, percorrendo via Colle san Bartolomeo e facendo perdere successivamente le sue tracce agli ultimi inseguitori, vale a dire la macchina di servizio dei vigili urbani che è accorsa, dopo le grida della coppia di anziani, sul posto. E’ finita, presumibilmente, che raggiunto l’incrocio Croce di Paselle lo scippatore si è diretto verso uno dei paesi limitrofi (Torre Annunziata o Castellammare di Stabia) facendo perdere definitivamente le sue tracce. Purtroppo sono diventati frequenti casi di scippi o borseggi isolati da parte di giovani delinquenti del Vesuviano che viaggiano a bordo degli scooter. Per non dare nell’occhio i criminali hanno imparato a viaggiare da soli. Prendono di mira le signore sole con borsetta o con collanina d’oro. Meglio se si tratta di persone anziane. Le potenziali vittime sono avvertite. In caso di scippo è importante registrare la targa del motorino se è leggibile. Nel recente caso di questa mattina il colpo ha avuto un più ricco bottino perché la signora di Torino, in visita di devozione alla Madonna di Pompei, ha ritenuto onorarla anche indossando l’abito ed il gioiello della festa. MARIO CARDONE