A cura della Redazione
Pompei. Arte, fede e cultura: progetto turistico-religioso Il Comune di Pompei ha varato un ambizioso progetto turistico-promozionale e di accoglienza religiosa, che con il contributo finanziario significativo della Regione Campania si propone di organizzare una serie di eventi, mostre, manifestazioni laiche e religiose che puntano a far decollare il volano economico del turismo religioso (che diversamente dalle altre forme di turismo non rallenta nei periodi di crisi) a beneficio di tutto il territorio regionale. Si tratta, in sintesi, di finanziare una serie di iniziative di varia natura (edile, turistica, culturale, artistica, religiosa) con una previsione di spesa di 235 mila euro. La Regione si assumerà l’onere maggiore per finanziare il progetto “Pompei città di fede, arte e cultura” con la spesa di 205 mila euro, il Comune parteciperà con 20 mila euro ed il Pontificio Santuario di Pompei con 10 mila euro. Gli eventi che saranno finanziati vanno dalla Supplica di ottobre 2013 a maggio 2014. Si parte quindi dagli allestimenti in previsione della prossima Supplica, che di rito si recita ogni anno la prima domenica di ottobre (questo anno il 7 ottobre). Seguirà una serie di concerti nella Basilica Pontificia. A novembre alcuni eventi di matrice laica connoteranno la decima edizione della festa della città, che prevede un budget complessivo di 40 mila euro. Il 13 novembre è la data del rito molto popolare tra i fedeli cattolici, affezionati alla Vergine del Rosario, della discesa del quadro della sua postazione abituale sovrastante l’altare della Basilica. In quel giorno è previsto un altro concerto serale in Basilica il cui costo è stato preventivato in 7 mila euro. Il pezzo forte dell’iniziativa complessiva (dal punto di vista dell’attrazione turistica) è costituito dalle luminarie artistiche delle feste di Natale, quando installazioni luminose d’autore, che dalle strade del centro storico moderno porteranno al Santuario della beata Vergine del Rosario, costituiranno una sorte di cornice dell’evento. E’ prevista anche la messa in sicurezza ed il ripristino dello scalone di Palazzo de Fusco (Casa comunale trasformata progressivamente in palazzo degli eventi dalla giunta D’Alessio). Nello stesso scalone sarà organizzata una mostra, mentre è anche prevista la traslazione della salma del Beato Bartolo Longo nel Palazzo comunale, dove sosterà per alcuni giorni, per essere onorato dalla visita di devoti e dei pellegrini. Altra manifestazione che sta diventando una classica attrattiva di Pompei è la Va Crucis che, come per gli anni precedenti, è prevista nel corso delle festività pasquali. Il budget ammonta a 10 mila euro. MARIO CARDONE twitter: @mariocardone2