A cura della Redazione
Pompei. Scavi, parla la soprintendente Cinquantaquattro La Soprintendenza Speciale per i Beni Archeologici di Napoli e Pompei ha accolto, lunedì 8 luglio, la delegazione dei deputati Pd della Commissione Cultura della Camera, in visita agli scavi di Pompei. I parlamentari hanno visitato l’area del Foro, le Terme e la Casa dei Dioscuri, uno dei cantieri del Grande Progetto Pompei. «L’attenzione del mondo culturale e politico su Pompei è sempre di stimolo a garantire la sempre migliore salvaguardia del sito archeologico di Pompei - ha dichiarato la soprintendente, Teresa Elena Cinquantaquattro -. Abbiamo avuto modo, nel corso della visita, di spiegare e illustrare concretamente quello che si sta facendo sia nell’ambito del Grande Progetto, sia nell’attività di manutenzione ordinaria. L’impegno messo in campo, ogni giorno, dalla Soprintendenza per la tutela di Pompei è un lavoro costante e meticoloso, spesso svolto dietro le quinte, ma con esiti che seppur non immediatamente visibili al grande pubblico, daranno grandi risultati». L’ottimismo della soprintendente si scontra, però, con le notizie diffuse negli ultimi tempi da numerose fonti giornalistiche. Nello specifico, dopo il recente report degli ispettori Unesco, si teme una penalizzazione dell’immagine di Pompei. La Cinquantaquattro ha reagito duramente a queste notizie parlando di “sciacallaggio” nei confronti di Pompei. E’ probabile che la delegazione Pd abbia cercato di far chiarezza su questo. MARIO CARDONE