A cura della Redazione
Trecase. La "Festa Contadina" nel centro storico Con frammenti di cultura contadina, momenti musicali e degustazioni di pietanze tipiche, ritorna la “Festa Contadina” a Trecase. Appuntamento fissato per sabato 22 e domenica 23 giugno, presso il centro storico cittadino del paesello pedemontano vesuviano. A riproporcela, il sodalizio promotore “ViviAmo Trecase”, presieduto da Franco D’Ambrosio. Negli antichi portoni del centro storico cittadino, tra albicocche e vini del Vesuvio, mestieri dimenticati, prodotti tipici, vecchie tradizioni, cucina contadina e giochi di una volta, un viaggio per riscoprire, tra sapori e profumi, la Trecase di un tempo. Trecase è uno di quei pochi centri della provincia di Napoli in cui è ancora forte l’anima contadina. Ai visitatori saranno offerti degli assaggi di marmellate, dolci ed albicocche ed ulteriori degustazioni compreso i vini locali. La campagna di Trecase, alle pendici del Vesuvio, è ricca di coltivazioni di albicocche pregiatissime, conosciute nel napoletano come le “Crisommole” (grecismo per indicare la mela d’oro) e si produce anche un’ ottima fanghina il caprettone, e il Lacryma Christi del Vesuvio. Da sottolineare l’appuntamento alle ore 18,30 di sabato 22 giugno presso la sede dell´Associazione, in piazza San Gennaro, con l’incontro-dibattito sul tema: "Agricoltura e turismo - Per uno sviluppo sostenibile dell´area vesuviana". Previsti gli interventi di Ugo Leone, Presidente dell´Ente Parco Nazionale del Vesuvio, Biagio Scognamiglio, Presidente dei Periti Agrari Laureati della Provincia di Napoli, e Pasquale Stefanile del direttivo di “ViviAmo Trecase”. Nino Vicidomini