A cura della Redazione
Trecase. Intitolazione della sala musicale al preside Ventorino L’Istituto Comprensivo “Sancia d’Angiò”, in questi giorni di fine anno scolastico, per ricordare una grande persona, ha voluto promuovere un evento che ha visto la partecipazione accorata e commossa di autorevoli personalità del mondo istituzionale e scolastico. Cuore pulsante della manifestazione è stata l’intitolazione della Sala Musicale della Scuola trecasese ad un uomo di cultura, nonché stimato ed esemplare dirigente, il prof. Francesco Paolo Ventorino, che è mancato all’affetto dei suoi cari e di tutto il personale da lui diretto appena qualche mese fa. La cerimonia, fortemente voluta dalla nuova dirigente scolastica, Filomena Zamboli, si è svolta alla presenza della rappresentanza del Commissario prefettizio del Comune, Massimo De Stefano, del Maresciallo dei Carabinieri di Trecase, Antonio Tiano, degli altri dirigenti delle scuole in rete, nonché di amici e familiari che hanno condiviso col preside Ventorino momenti di intenso lavoro professionale e relazionale. L’apertura del momento celebrativo è stata curata dalla dirigente Zamboli che, nel passaggio introduttivo, ha voluto sottolineare la grande professionalità dell’amico e collega che, per tanti anni, con impegno e spirito di abnegazione ha dato il suo contributo alla comunità scolastica vesuviana. Nel suo intervento il delegato del Commissario prefettizio, Raimondo Izzo, ha inteso rimarcare il valore della istituzione scolastica sul territorio ed il suo ruolo centrale come comunità formativa ed educativa, soprattutto se vissuta in un clima di grande familiarità, come amava muoversi il professore Ventorino. Significative e commoventi anche le parole della moglie del preside, che con tanta commozione ha voluto salutare e ringraziare i numerosi convenuti. Il tutto si è concluso sulle note della magnifica esibizione degli alunni dell’orchestra della Scuola d’Angiò, che hanno magicamente interpretato dedicato al caro preside alcuni dei brani da lui più amati. NINO VICIDOMINI