A cura della Redazione
Trecase. Primavera sorrentina, premiata la scuola "d´Angiò" I ragazzi di terza classe dell’Istituto Comprensivo “Sancia d’Angiò” di Trecase, protagonisti alla XXVI edizione della Festa Internazionale della Primavera sorrentina. Entusiasta Filomena Zamboli, dirigente scolastico della scuola trecasese che va riscuotendo sempre più lusinghieri successi dentro e fuori l’ambito della nostra regione. “A scuola di cuore con Cio’ Cio’: ambiente, alimentazione e salute" il titolo della manifestazione, che ha già ricevuto il premio del Presidente della Repubblica, ed è stata organizzata col sostegno della Fondazione del Banco di Napoli per l’Assistenza all’Infanzia dei Comuni di Meta, di Piano di Sorrento e di Bari, e con la collaborazione del GIEC (Gruppo Intervento Emergenze Cardiologiche). Promotrice l’associazione culturale Cypraea, che impegna il mondo giovanile perché diventi operatore fattivo di una società sana finalizzata alla tutela del territorio, al rispetto delle molteplici realtà sociali, al diritto di una sana alimentazione e alla stabilità dei popoli nel respiro della Pace. Location della cerimonia di premiazione delle scuole partecipanti, il Bleu Village a Meta di Sorrento. Primo Premio agli alunni delle classi III della “Sancia d’Angiò”, guidati dalle docenti coordinatrici Tina Amante e Rosa Maiorino Balducci, che hanno coordinato il progetto. Le uniche ritenute meritevoli dell’assegnazione del prezioso defibrillatore, strumento medico che dovrebbe essere presente in tutti i luoghi pubblici quali le scuole e negli spazi dove si praticano attività sportive. «Siamo orgogliosi - ha detto la professoressa Cecilia Coppola, presidente dall’associazione Cypraea -, di essere riusciti, con la collaborazione preziosa della GIEC, presieduto dal prof. Maurizio Santomauro, a portare a termine il percorso didattico iniziato nel 2012, focalizzato sulla tutela della salute nel ciclo della crescita di ogni ragazzo che deve sapersi relazionare con la protezione del benessere del proprio corpo, in particolare del cuore. Abbiamo operato con una grande professionalità, con un volontariato encomiabile e un entusiasmo fattivo, avvicinando il mondo dei giovani ai complessi meccanismi della medicina di emergenza con lezioni pratiche sul comportamento da adottare in caso di malore improvviso, e focalizzato l’attenzione dei giovanissimi sul rispetto delle regole per una sana e corretta alimentazione e sull’importanza del movimento e dello sport nella loro vita». Alla kermesse di fine maggio hanno partecipato numerose scuole della Campania, della Puglia, una rappresentanza della Palestina, della Germania, dello Sri Lanka e altri gruppi etnici. Gli alunni sono stati coinvolti in attività mediante laboratori ludico-didattici, arte e manipolazione, ambiente e natura, alimentazione, scienza e sport. Tematiche trattate mediante un approccio creativo e divertente, condotto da guide scientifiche e dagli stessi ragazzi. Per l’occasione, l’Istituto d’Angiò ha allestito da parte sua un interessante laboratorio di riciclaggio; variegati oggetti di arredo e di abbigliamento ricavati dal reimpiego di svariati oggetti sottratti alla raccolta differenziata. A conclusione della significativa manifestazione, alla quale hanno preso parte le maggiori cariche cittadine e la Capitaneria di Porto di Castellammare di Stabia, l’Associazione Cuochi Penisola Sorrentina ha collaborato per il laboratorio alimentare ed i conseguenti assaggi da parte degli alunni presenti hanno costituito un salutare picnic nei rigogliosi giardini del Bleu Village che ha ospitato l’evento. NINO VICIDOMINI