A cura della Redazione
Pompei. Riparte il turismo, tra Scavi e religione La pioggia incessante di oggi ha indotto gli organizzatori della Chiesa di Pompei e del Forum delle Associazioni Familiari della Campania a rimandare a data da definire la manifestazione sociopolitica "Famiglie in Festa", prevista questo pomeriggio a partire dalle ore 15.30 nell’ Area Meeting, sito all’aperto della cittadella religiosa del Santuario della Madonna del Rosario. Ecco Un’altra dura batosta per gestori di chioschi, bancarelle, bar e ristoranti che già hanno saputo con rammarico dell’annullamento del raduno nazionale dei ragazzi cattolici che si teneva tradizionalmente il Primo Maggio, sempre nell´Area Meeting. E’ stato sostituito con un’altra iniziativa dello stesso tenore ma di portata locale. Non è la stessa cosa. La pioggia di maggio ha comunque sempre portato fortuna a Pompei (anche se al momento siamo appena alla fine d’aprile). L’ottimismo è d’obbligo. E’ il momento di ripartire. I visitatori stanno tornando numerosi nelle piazze e nelle strade del centro di Pompei. Con la loro presenza aumentano gli affari del commercio locale. Resta l’annoso problema della mancanza dei parcheggi che non si può risolvere in tempi brevi. Le automobili fanno il carosello della città in cerca di un posto dove sostare. Si crea traffico intenso ma le vetture sono sempre le stesse. Domani, domenica 28 aprile, il centro storico sarà blindato per la storica visita del Presidente della Palestina, Abu Mazen, che riceverà dal sindaco D’Alessio le chiavi della “Città della Pace”. MARIO CARDONE twitter: @mariocardone2