A cura della Redazione
Pompei. Topi d´appartamento in via Carlo Alberto Continuano, purtroppo, i furti negli appartamenti privati di Pompei. Sabato sera è toccato alla famiglia di un pensionato della vecchia Cartiera. Ritiratosi con la moglie, intorno la mezzanotte, ha trovato tutta la casa sotto sopra. Il furto di denaro, oro, argento, borse ed altri oggetti personali è stato messo a segno in un appartamento privato che si trova in un condominio di via Carlo Alberto, sito in pieno centro di Pompei. I ladri hanno probabilmente approfittato del continuo via vai di persone (nel condominio ci sono una pensione ed un bad & breakfast) per passare dalle scale (o prendere l’ascensore) ed entrare ed uscire dal palazzo senza essere notati. La porta d’ingresso non ha subito scasso, per cui è probabile che la tecnica dei ladri (dovevano essere almeno due ed uno di essi di sesso femminile) è stata quella d’inserire la solita tessera (per esempio la carta di credito o la tessera sanitaria) tra i due battenti. E’ chiaro che se viene prudentemente attivata la serratura di sicurezza la porta non si apre. I ladri, però, riescono sempre a trovare “clienti”, perché molti omettono questa precauzione, lasciando campo libero ai malviventi. E’ stato forse questo il caso della famiglia vittima sabato sera dei “topi d’appartamento”. Si fa per dire. Altro che “topi”. Si sono mossi nella casa come elefanti, se è vero che hanno spostato mobili, alzato materassi e tirati via dai mobili tutti i cassetti, scompigliando la biancheria e creando danni aggiuntivi alla malcapitata coppia. I carabinieri di Pompei avevano, alcune settimane prime, individuato e beccato due slavi che salivano e scendevano in un palazzo “provando” le serrature per vedere se riuscivano ad entrare in casa e rubare a piene mani. A quanto pare il fenomeno non si è fermato a quei due. Nel frattempo, proseguono i controlli delle identità degli stranieri presenti sul territorio di Pompei ma evidentemente la crisi ha fatto lievitare la delinquenza, per cui i privati sono costretti ad alzare la guardia il meglio possibile, assumendo tutte le precauzioni del caso (antifurto, vigilanza privata e allarmi elettronici) contro i furti. Mentre per le forze di polizia aumentato il servizio di controllo del territorio. MARIO CARDONE twitter: @mariocardone2