A cura della Redazione
Pompei. Rissa in via S. Giuseppe, sei denunce Nella tarda serata del giorno di Pasqua, i poliziotti del commissariato "Pompei" sono intervenuti in via San Giuseppe per sedare una violenta rissa. Alla fine gli agenti, diretti dalla vice questore aggiunto Romano, hanno stabilito che i giovani che erano venuti alle mani lo avevano fatto a seguito di un futile motivo di viabilità, risalente al giorno precedente. Alla fine i poliziotti sono riusciti a ricostruire la vicenda ed a denunciare un gruppo di sei giovani coinvolti nella rissa avvenuta in una delle strade residenziali di Pompei centro. Se ne evince che tra di loro, alcuni sono di buona famiglia. Gli agenti di polizia hanno identificato un uomo con un’evidente ferita alla nuca. Si tratta di A. A., 37enne originario di Castellammare di Stabia ma residente a Scafati, il quale, dopo aver rifiutato l’intervento dell’ambulanza, ha deciso di recarsi da solo a farsi medicare presso il pronto soccorso dell’ospedale San Leonardo di Castellammare di Stabia. L’uomo è stato giudicato guaribile in 10 giorni salvo complicazioni per trauma cranico. Ha riportato una ferita duplice al cuoio capelluto ed alla regione occipitale destra. Sul posto, i poliziotti hanno rinvenuto e sequestrato un’asse di legno sporco di sangue (probabilmente l’arma impropria dell’aggressione) nascosto dentro un portone di uno stabile, nei pressi di una legnaia. Gli agenti, in seguito ad accurate indagini, hanno anche identificato D. S. D., 20enne nato a Sarno e residente in Pompei, e C. C., 19 anni nato a Scafati e residente a Pompei. Quest’ultimo si è fatto medicare presso il nosocomio di Nocera Inferiore ed è stato giudicato guaribile in sette giorni salvo complicazione per trauma cranico. I poliziotti, poco dopo, hanno identificato le altre tre persone. Si tratta di L. B., 37enne nato a Castellammare di Stabia e domiciliato in Pompei, D. M. F. S., 19enne di Pompei, e D. M. L., 20enne di Pompei. I sei uomini (per la maggior parte appena maggiorenni) sono stati denunciati a piede libero all’Autorità Giudiziaria con l´accusa di rissa aggravata dall’uso di arma impropria. Dai controlli effettuati in via San Giuseppe, teatro della rissa, i poliziotti hanno rinvenuto e sequestrato quattordici dosi di canapa indiana. MARIO CARDONE twitter: @mariocardone2