A cura della Redazione
Pompei. Va avanti la protesta dei commercianti Va avanti la lotta dei commercianti del centro storico contro l’amministrazione comunale di Pompei, che ha istituito un ticket per i bus turistici diretti agli scavi archeologici. I commercianti della sigla sindacale Ascom hanno deciso, nell´adunanza di mercoledì scorso, una fiaccolata per il centro storico della città, per mantener viva la protesta, che dovrebbe aver luogo sabato prossimo. Intanto venerdì i commercianti aderenti alla sigla Confcommercio hanno incontrato il sindaco affrontando ad un tavolo programmatico le diverse problematiche della categoria. Oltre alla quatione connessa al ticket, iniziativa che dovrebbe decollare dal prossimo mese di giugno, gli operatori chiedono l’agibilità di Piazza Immacolata e l’istituzione di nuove aree di parcheggio. I commercainti vigileranno, inoltre, sulle iniziative che saranno poste in essere dall’amministrazione comunale di Pompei riguardo alla presa d’atto della sentenza che sancisce l’illegalità del centro commerciale “La Cartiera”. In pari tempo si divide il fronte di lotta dei commercianti, dal momento che una parte di essi sceglie il dialogo (in settimana dovrebbe essere convocata una conferenza in cui Confcommercio esporrà le proposte della categoria) mentre un’altra fazione propende per la lotta di piazza. Nel frattempo si registrano alcuni disimpegni eccellenti da parte di qualche albergatore (Ametrano) che ha restituito la tessera e dichiarato di disapprovare la portata spiccatamente politica della protesta. Effettivamente i commercianti del centro hanno incontrato nelle loro manifestazioni contro l’amministrazione comunale una maggiore unità nella protesta, mentre si sono frequentemente divisi in fase di proposta dove si incontrano punti di vista ed interessi contrastanti tra loro su materie che riguardano il riequilibrio dei flussi turistici, la creazione di nuove aree di parcheggio e la lotta all’abusivismo. MARIO CARDONE