A cura della Redazione
Pompei. Ticket per bus turistici e ztl, la giunta non arretra La maggioranza procede compatta a Pompei. Non subisce indecisioni rispetto alla linea programmata in conseguenza delle manifestazioni dei commercianti del centro storico della città. Il voto alla delibera sulla modifica del regolamento edile comunale è (e resta per il futuro) un episodio isolato. Parola del sindaco Claudio D’Alessio, che oggi ha tenuto una conferenza stampa sul progetto di zona a traffico limitato per la città di Pompei, insieme al pagamento di un ticket d’ingresso di 80 euro per i bus che chiederanno di inoltrarsi fino al centro storico della città moderna. E’ un sistema per procurarsi le risorse finanziarie necessarie a far fronte ai costi dei servizi. Vale a dire, la manutenzione delle strade, il servizio d’ordine e di regolamento del traffico, assicurato dai vigili urbani. Inoltre bisogna far fronte al costo di tutela dell’ambiente ed a quello di ritiro della spazzatura dalle strade. Non è un mistero che Pompei, città di venticinquemila abitanti, deve far fronte ad un costo di servizi per 35 mila utenze, perché ai residenti si sommano 10 mila visitatori che mediamente giungono o per visitare gli scavi archeologici o per la grande devozione alla Madonna del Rosario nel magnifico Santuario che le è stato dedicato in centro città. D’Alessio sull’argomento non ha usato mezzi termini. Anche nel corso della conferenza stampa, il primo cittadino ha ribadito il concetto che se non introduce il ticket d’ingesso sui bus turistici è costretto ad aumentare Tarsu, Imu sulla prima casa ed addizionale Irpef, perché altrimenti non si potrebbe far fronte (dati i tagli statali) al costo dei servizi per il turismo. Apertura a 360 gradi sulla promozione turistica della città da definire su un tavolo di concertazione con i rappresentanti delle categorie commerciali pompeiane. In particolare, sta ricevendo sempre più impulso la proposta che arriva dai ristoratori di confezionare il pacchetto unico che al pagamento del biglietto d’ingresso in autobus in città unisca il pranzo turistico per le comitive che arriveranno a Pompei a partire dalla prossima primavera. Da segnalare, infine, che il sindaco D’Alessio ha dato, rispondendo a domande specifiche, ampia assicurazione che non esiste nell’Amministrazione alcun progetto di creare aree di parcheggio privato in concomitanza dell’ingresso alla ztl, smentendo nettamente quanti si ostinano ad insinuare che sarebbe in corso una speculazione edile sul pioppeto ad ovest di Porta Marina, mentre un’altra area di parcheggio, concomitante con la barriera sud della ztl, dovrebbe essere creata su terreni agricoli di via Unità d’Italia. MARIO CARDONE