A cura della Redazione
C.mare di Stabia. Scuola "Postiglione", controlli della Municipale Scuola «Postiglione» sorvegliata speciale da parte della polizia municipale. Il sindaco di Castellammare di Stabia, Luigi Bobbio (foto), anche su pressanti e accorate segnalazioni del consigliere Massimo De Iulio, ha firmato questa mattina una direttiva, indirizzata al comandante della polizia locale Antonio Vecchione, per «assicurare il presidio di personale della P.M. dinanzi al plesso di via Cottrau» teatro di «due gravissimi episodi di violenza, l’ultimo dei quali verificatosi nella mattinata odierna» (il precedente riferimento è invece all’accoltellamento di una giovane mamma da parte dell’ex compagno) e di un «clima di tensione diffusa che emerge da varie segnalazioni di episodi di bullismo». La direttiva del primo cittadino si concentra, in particolare, sulla scuola Postiglione ma riguarda in realtà l’intera platea dei plessi scolastici comunali ed è finalizzata ad assicurare, «con effetto immediato», il rigoroso rispetto da parte dei caschi bianchi degli «orari di presenza davanti agli istituti tali rendere congruo e utile il servizio» durante l’entrata e l’uscita dagli edifici. “È indispensabile mantenere quanto più alto possibile il livello di sicurezza e di vigilanza in città e, in particolare, nei pressi degli istituti scolastici specialmente alla luce dell’intensificarsi, negli ultimi giorni, di episodi gravissimi di violenza e di sopraffazione anche ai danni di dipendenti scolastici”, ha commentato il primo cittadino. “I nostri bambini e i nostri ragazzi devono essere tutelati in maniera seria e continuativa, non solo all’interno degli istituti (cosa cui, ovviamente, pensa l’autorità scolastica) ma specialmente nelle aree di immediata prossimità ad essi. Ho ritenuto, pertanto, necessario sollecitare l’attenzione e l’attivismo del comando della polizia municipale dalla quale mi aspetto una attività di prevenzione e, se necessario, di repressione solerte e continua con particolare riguardo agli episodi di bullismo che pure sono stati segnalati. Invito i cittadini e gli insegnanti a denunciare qualunque episodio dovesse verificarsi”, ha concluso Bobbio. COMUNICATO