A cura della Redazione
Vico Equense. Cittadinanza onoraria a Bruce Springsteen Nell´attesa che il sogno di vedere Bruce Springsteen a Vico Equense finalmente si realizzi, una delegazione dell´Associazione PinkCadillacMusic, capitanata da Paola Jappelli, si è radunata in Piazza Umberto I, davanti all’ex Bar Zerilli - oggi Bar del Sole - appartenuto alla famiglia della rockstar, per girare un video per un documentario dal titolo: Springsteen and I. “Il progetto - spiega Paola Jappelli - è prodotto dalla Ridley Scott Associates, dalla Black Dog Films e dalla Scott Free London, la regia sarà invece opera di Billie Walsh che coordinerà tutto il materiale inviato. Chiunque può partecipare, con registrazioni che non superino i 5 minuti e che racconti un momento della propria vita come fan di Springsteen, un live, un qualsiasi momento legato alle sue canzoni. Il film dovrebbe uscire nel corso del 2013 e dal 15 novembre potremo cominciare a inviare i nostri contributi, che dovranno arrivare entro e non oltre il 29 novembre. PinkCadillacMusic, ovviamente, è pronta al ciak!”. Il rocker del New Jersey, ha ricevuto la cittadinanza onoraria della Città di Vico Equense, con tanto di approvazione del Consiglio Comunale. Tutto nasce dal fatto che entrambi i nonni materni di Bruce erano italiani. Quindi, nonostante Springsteen sia un cognome olandese, la discendenza di Bruce è per il 12,5% olandese, 37% irlandese e 50% italiana. Suo nonno materno, Antonio Zerilli, era nato a Vico Equense e apparteneva ad una famiglia che viveva in questa città da oltre 40 anni.